Recensione: “Io credo in te-I believe in you” di Federica Fasolini

Buon pomeriggio! Questa settimana è ricca di recensioni e sorprese, continuate a seguirci! Oggi vi presento la mia ultima lettura: “Io credo in te- I believe in you” di Federica Fasolini!

fasoliniSinossi:

Bryan Carter, tatuatore di successo, si è da poco trasferito nella tranquilla cittadina di Florence, nel South Carolina, per stare accanto al fratello Shane e alla sua nuova famiglia. Con un passato ingombrante e doloroso alle spalle, Bryan fatica a credere di poter avere diritto a una seconda possibilità, ma tutto cambia quando per caso si scontra con due occhi azzurri color ghiaccio e una chioma bionda. Ammaliato dalla bellezza di quella ragazza, Bryan non si accorge però di averle rovesciato il caffè bollente sul suo bellissimo cappotto bianco. Quegli occhi che prima sembravano così innocui e dolci, ora sembravano volerlo fulminare. La ragazza, visibilmente irritata, se ne va senza nemmeno dirgli il suo nome. Scarlett Meyer,  tornata in città dopo diversi anni di assenza, trova un lavoro come cameriera presso il Florence caffè, il noto bar della cittadina. Casualmente, quando s’imbatte di nuovo nel ragazzo dal bel sorriso vorrebbe scappare, lontano da lui ma allo stesso tempo prova anche dell’attrazione per quell’affascinante ragazzo tatuato. Tra  loro scoppiano scintille. Entrambi sono attratti l’uno dall’altro, ma si tratta solo di semplice attrazione o forse c’è dell’altro? Cosa succederà quando entrambi capiranno di essere l’una l’àncora di salvezza dell’altro? Cosa farà Scarlett quando scoprirà il segreto nel passato di  Bryan? Scapperà come  tutte quelle che l’hanno preceduta oppure gli rimarrà accanto? Ma soprattutto, quando il passato tornerà a bussare alle loro porte, sapranno come affrontarlo?


Recensione a cura di Mara

Quando il caldo è così afoso come in questi giorni vorrei scappare in luoghi più freschi e sento una certa nostalgia delle atmosfere invernali. Non potendo al momento prendere un aereo per dirigermi in Groenlandia ho trovato un’ottima alternativa nella lettura di “Io credo in te”, un romanzo dal sapore natalizio.

Questo libro è il terzo romanzo della Florence’s series composta anche da “Un matrimonio (di troppo) a Myrtle Beach” e “Imprevedibilmente noi”. Ogni volume è conclusivo e può essere letto indipendentemente dagli altri anche se, devo ammetterlo, inizialmente ho avuto qualche difficoltà. Mi spiego meglio: nei primi capitoli di “Io credo in te” incontriamo la numerosa famiglia Foster e i loro amici. Ho faticato un po’ a comprendere i legami e le parentele perché l’autrice li presenta dando per scontato che il lettore conosca già questa famiglia e il loro background. Il mio consiglio è quindi di leggere anche i primi due romanzi per una maggiore godibilità.

Bryan e Scarlett, i protagonisti di questa storia, dopo errori ed episodi del passato che li hanno duramente segnati, si ritrovano a Florence, una piccola città negli USA, con l’intenzione di ricominciare da zero la loro esistenza.

Scarlett agli inizi sembra una ragazza molto fredda e distaccata. È come se avesse eretto una corazza a sua difesa per cercare di stare lontana dalle persone e non volersi più legare per paura di ricevere altre delusioni. È una donna molto sola, insicura che più di ogni altra cosa ha bisogno di avere attorno persone  che provano affetto per lei e che le diano il giusto coraggio per rimettersi in gioco. Una dote che ho molto gradito è il suo orgoglio: è una ragazza che nella vita ha lavorato molto per mantenersi agli studi e a cui nessuno ha mai regalato nulla.

Bryan ha un passato piuttosto oscuro e convive da molto tempo con dei forti sensi di colpa cercando di redimersi. Per certi versi mi dà l’impressione di farsi violenza da solo, è come se fosse convinto di non essere degno della stima e dell’affetto delle persone.

“So cosa stai pensando Bryan e ti prego di smetterla. Non so cosa ti sia successo in passato, tutti abbiamo i nostri segreti, anche io, ma so che non ti meriti tutto questo. Non continuare a torturare te stesso. Sei una brava persona e devi smettere di pensare che la gente si fermi a giudicare le apparenze. Quelli che realmente lo fanno, lo fanno perché non hanno nessuna voglia di conoscere la vera persona che si cela dietro questi intrecci di colori, ma non sono i tatuaggi che ti ricoprono la pelle o le cose che ti sono successe nel passato  a costituire la tua persona, ma tu (…) Quindi smettila di pensare di non meritare la fiducia e l’amore delle persone che ti circondano e smettila di pensare di essere marchiato a vita. Tutti hanno una seconda possibilità, alcuni anche una terza o una quarta. Sta a noi stessi segnare il punto di svolta e , quando vediamo che la nostra vita prende una brutta piega, bisogna avere il coraggio di prenderne il timone e cambiare rotta. Tu hai questo coraggio, lo so, devi solo esserne consapevole.”

È un ragazzo che sembra sapere esattamente cosa vuole e infatti dal primo momento in cui incontra Scarlett non esita un secondo e decide di conquistarla. È molto malizioso e dotato di un forte senso dell’ironia ed è estremamente dolce e protettivo. L’aspetto fisico di Bryan (muscoloso e tutto tatuato) non gioca suo favore. In realtà è una persona sensibile e pronta ad aiutare gli altri, infatti dedica spesso del tempo libero a opere di volontariato. Ho trovato inoltre molto tenero il suo rapporto con Isabel (la nipote) e la loro complicità che ci dimostra da subito quanto lui sia capace di provare sentimenti profondi. A mio avviso Bryan è  il personaggio che l’autrice ha caratterizzato meglio nel libro e personalmente mi è piaciuto molto.

Attorno a Bryan e Scarlett troviamo i Foster, la classica famiglia numerosa, molto unita e vivace che mi ha spesso fatto sorridere ricordandomi episodi riguardanti la mia di famiglia durante l’ infanzia. Tuttavia mi sono sembrati un po’ troppo perfetti. Siccome molte delle vicende che li rappresenta sono narrate nei due volumi precedenti a “Io credo in te”, mi è risultata difficile fare appieno la loro conoscenza.

Tra i personaggi secondari, Isabel (la nipote di Bryan) ha spessore e carattere, ma per la sua giovane età mi è sembrata troppo matura nel linguaggio e negli atteggiamenti, poco credibile come personaggio.

“Io credo in te” è un romance leggero dalla trama molto semplice e forse avrei gradito qualche colpo di scena in più. Ho trovato romantica la storia d’amore tra Bryan e Scarlett.  Scarlett è stata un vero colpo di fulmine per Bryan e lui fa davvero di tutto per conquistarla.

“Ricordati Bryan, quando un Carter s’innamora, tutto passa in secondo piano e l’unica cosa che conta sarà lei. Quando incontrerai la donna giusta. Proverai qualcosa di immenso così tanto potente che il cuore sembrerà volerti uscire dal petto, quello mio caro fratello si chiamerà amore. Quello vero, quello con la a maiuscola, quello senza il quale non puoi vivere, quello che ti dà la forza di alzarti al mattino e di sorridere, quello che ti spinge ad affrontare la giornata, quello forte e puro per cui vale la pena combattere. Quando proverai tutte queste cose, finalmente il tuo cuore avrà trovato una casa in cui vivere per sempre, un posto tranquillo in cui depositare tutte le tue speranze, i tuoi sogni e le tue aspirazioni. Quel posto, molto presto, diventerà la tua famiglia.”

Inizialmente Scarlett  non voleva cedere al fascino di Bryan (pur essendone molto attratta), ma lui ha saputo penetrare la sua “corazza” corteggiandola con molta delicatezza e perseveranza, diventando per lei un punto di riferimento.

“In così poco tempo, Bryan si stava insinuando sotto la spessa corazza che lei stessa si era costruita per difendersi, quella stessa corazza che l’aveva tenuta lontano dall’amore per molto tempo, e ora, con in mano quel bigliettino, Scarlett si accorse che forse era giunto il momento di abbassare la guardia.”

A sua volta Scarlett è la prima persona che riesce a convincere Bryan che il suo passato è ormai solo un triste ricordo.

È un romanzo molto introspettivo in cui vengono mostrati con molta cura gli aspetti psicologici dei protagonisti e in cui le emozioni hanno più risalto rispetto alle azioni.

Molte volte nella vita crediamo che le parole più belle che qualcuno possa dirci siano “Ti amo”. Ma spesso, quello che abbiamo più bisogno di sentirci dire è un semplice “Io credo in te”

Ho gradito molto le descrizioni delle ambientazioni: gradevoli  le atmosfere invernali dal sapore natalizio, laddove la neve ha il potere di rendere più magici certi luoghi. Florence appare come una cittadina in cui la vita scorre sempre tranquilla e in cui gli abitanti si conoscono tutti, e l’arrivo in città di Scarlett (dopo molti anni d’assenza), infatti, non passa inosservato.

Per quanto riguarda lo stile riconosco della potenzialità, tuttavia la scrittura è in alcuni punti acerba e risente della giovinezza dell’autrice.

Ho trovato la lettura di “ Io credo in te” distensiva se si considera che è un libro che si legge  velocemente e che fa vivere al lettore momenti di vero romanticismo.

Consigliato a chi ama il Natale ed è in cerca di un romanzo romantico, ma non troppo impegnativo.

firma

Potete acquistare il romanzo su Amazon.

 

 

 

Annunci

5 pensieri su “Recensione: “Io credo in te-I believe in you” di Federica Fasolini

  1. Me lo segno 😀 ❤ A volte queste letture piacevoli e non impegnative ci vogliono… Anche per sognare ad occhi aperti *-*
    I due protagonisti mi intrigano molto, lo ammetto 🙂 Però, penso che, come da tuo consiglio, prima leggerò i due volumi antecedenti ^_^

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...