Intervista: Brianna Testa

Buongiorno! Come ben saprete ogni tanto mi piace travestirmi da giornalista e intervistare qualche autore. Oggi ho il piacere di ospitare sul blog Brianna Testa, autrice della serie Gossip & Stars (che ho segnalato QUI qualche giorno fa). Conosciamola meglio!

BANNER_g&s2

Gossip & Stars

Benvenuta Brianna, è un piacere ospitarti nel nostro blog! Parlaci un po’ di te. Chi sei nella vita di tutti i giorni?

Ciao ragazze, il piacere è mio. Adoro il vostro blog e sono molto contenta di essere ospitata tra le vostre pagine. Nella vita di tutti i giorni mi occupo di scrittura a tutto tondo: scrivo racconti, sceneggiature, romanzi. Sono sempre davanti allo schermo di un pc per scrivere; o di un tablet per leggere. Nel tempo libero pratico yoga, gioco a tennis e adoro lo shopping.

Com’è nata la tua passione per la scrittura?

Fin da bambina leggevo tantissimo: i fumetti di topolino, i libri per ragazzi, i libri di scuola. La passione per la scrittura si è scatenata automaticamente: così come amavo leggere, allo stesso modo mi piaceva fantasticare su quello che leggevo, fino a desiderare di imitare i miei scrittori preferiti e creare delle storie avvincenti. La prima-prima volta che ho cominciato a scrivere qualcosa, verso i dodici-tredici anni, misi insieme solo una sequenza di dialoghi, perché mi sembrava troppo complicato aggiungere le descrizioni! All’epoca non pensavo ancora di poter scrivere libri: pensavo di usare i dialoghi per realizzare fumetti, cartoni animati, telefilm. Ho cominciato ad avvicinarmi al concetto di scrittura di romanzi all’età di 16 anni, grazie a un compito in classe in cui mi era stato chiesto di scrivere un racconto. Tema: delusione d’amore. Fino ad allora non conoscevo la mia vena “drammatica”, il mio amore per immaginare e descrivere “inciuci”, equivoci, scene di sesso e parole di amore. Ho scoperto un mondo. Probabilmente complici tutte le soap opera a cui avevo assistito passiva a casa di mia nonna e mia zia quando ero ragazzina, la mia testa aveva immagazzinato tante di quelle tragedie di cuore che, quando poi mi si è presentata la prima occasione utile, ho dato vita a un racconto che ha lasciato a bocca aperta la mia insegnante. In senso positivo, fortunatamente, dato che le è piaciuto molto. Da allora mi ha incoraggiato a scrivere, mi ha seguita nel mio percorso di studi, mi ha dato una marea di consigli e dritte utili per dedicarmi alla scrittura come lavoro, fino a darmi la possibilità di collaborare con alcuni giornali.

La tua serie Gossip & Stars è composta da quattro libri. Ci parli meglio di questo tuo progetto?

La stesura dei primi due volumi mi accompagna praticamente da quando ero ragazzina. Li ho scritti, riscritti, letti, riletti, modificati e cambiati mille volte, fino a rendere la versione definitiva nel 2017, quando ho deciso finalmente di pubblicarli da me, sfruttando la piattaforma di Amazon. È un esperimento di scrittura molto… live, mi piace definirla così. Sono legatissima a quei personaggi, che conosco da sempre, perché sono praticamente cresciuti con me. Lo stile adottato è diverso dai soliti che siamo abituati a vedere in un normale Young Adult o Romanzo Rosa: mi piace definirlo un mix di soap opera e sit-com scritta. La storia, infatti, è suddivisa in vere e proprie scene, ciascuna delle quali identificate da un titolo. I dialoghi sono l’elemento caratteristico di tutta la narrazione. Non tutte le scene sono essenziali per lo sviluppo della storia: alcune sono state scritte per puro intrattenimento, al fine di regalare un sorriso ai lettori e smorzare i toni, spesso duri e un po’ forti, della vicenda d’amore raccontata. Sia per lo stile adottato, sia per i contenuti, tenderei a suggerire la lettura dei primi due volumi alle lettrici più giovani, consapevoli di imbattersi in un racconto dal ritmo non eccessivamente veloce, attraverso il quale prendere confidenza piano piano con i personaggi (che sono davvero tanti!) ed entrare nel loro mondo, nelle loro vicende in maniera spontanea, naturale. Il terzo volume, invece, racconta un’altra storia, legata sempre ai personaggi già incontrati nei primi due volumi. Superati i primi due capitoli, il cui stile ricorda ancora quello dei due volumi precedenti e che servono per preparare i lettori allo sviluppo della vicenda, si entra nel vivo della storia. Rimane la divisione dei capitoli in scene, ma il ritmo è molto più rapido.video hard L’ho intitolato “Il Video Hard” e può essere letto tranquillamente come libro a sé. Nonostante il titolo, non appartiene al genere hard o erotico: è un normale Young Adult, adatto anche a lettrici meno giovani. L’ultimo libro della serie, infine, è uscito il 26 gennaio: si intitola “La Blogger e il calciatore” ed esce totalmente fuori dagli schemi e dagli stili adottati precedentemente. Racconta una storia tutta nuova, con un personaggio principale nuovo e due coprotagonisti incontrati nel volume precedente. Gli altri personaggi di “Gossip & Stars” faranno solo da contorno: li incontreremo solo a metà libro e nell’ultimo capitolo. Anche questo libro può essere letto come libro a sé. Per la prima volta adotto lo stile di racconto in prima persona, anche perché il personaggio principale si ispira a me quando avevo ventidue anni. L’avventura raccontata, inoltre, anche se parecchio romanzata, descrive alcune cose che mi sono successe realmente in quel periodo della mia vita.

Esiste un personaggio che ti è particolarmente caro e perché?

I classici personaggi di Gossip & Stars, quelli dei primi tre volumi, mi sono tutti molto cari: al di là dei protagonisti principali, adoro la simpatia, il carisma e la verve di Pasquale: ha un’ironia e una capacità comunicativa fuori dal comune. È l’elemento collante di tutto il gruppo. Adoro la pazzia di Franco e Paolo: sono i personaggi che spezzano le atmosfere più cupe, quelli che non diranno mai nulla di serio e sensato in nessuno dei libri della serie. E poi sono molto legata a Gabriella, la protagonista principale dell’ultimo volume, alla quale ho dato le mie caratteristiche di quando avevo la sua età. È stato un po’ come raccontare di me.

Tre aggettivi per descrivere i tuoi romanzi.

Originali, Divertenti, Romantici.

Come nascono le tue storie? Dove trovi l’ispirazione?

Di solito l’ispirazione arriva la notte: quando sono pronta per dormire, il mio cervello è in pieno fermento creativo. E mi mette davanti i personaggi e le situazioni che vorrei costruire. Anche quando sono rilassata nella vasca da bagno il mio cervello libera la fantasia e mi guida alla ricerca delle situazioni da far vivere ai miei personaggi. In definitiva trovo l’ispirazione a letto e in bagno! 😀

Quali sono i temi principali che affronti nei tuoi libri? C’è un messaggio particolare che vorresti “far passare”?

A me piace molto parlare di amicizia e di amore. Sono due sentimenti nei quali credo tantissimo. Mi piace sul serio l’idea di trasmettere quei concetti di lealtà, onestà, amicizia assoluta che normalmente caratterizzano i miei personaggi. E anche quando sbagliano, hanno la possibilità di trovare conforto e sostegno negli amici. E sono in grado di rialzarsi. Una volta, in una recensione, una ragazza che sicuramente sarà stata molto più giovane di me, ha dichiarato che i concetti espressi sono un po’ infantili, in quanto si insiste eccessivamente sul concetto di amicizia come nei filmettini per adolescenti. Sarà anche vero, ma mi dispiace l’idea che crescendo questi valori siano destinati a perdersi. È come se crescendo fosse d’obbligo diventare furbi, scettici, concentrati solo su se stessi e sulla realizzazione dei propri obiettivi, calpestando gli altri e sgomitando per la paura di rimanere indietro. Io ho trent’anni suonati e forse non sono mai cresciuta. Ma nulla mi fa sognare di più come leggere di amori veri, di amicizie profonde, sincere, pulite.

Chi sono i tuoi scrittori preferiti e quanta influenza hanno avuto sulla tua  formazione di scrittrice?

Gli scrittori che amo sono tantissimi. Quelli che mi hanno accompagnato nella mia formazione, naturalmente, sono i classici. Da ragazzina divoravo i libri per ragazzi, leggendoli e rileggendoli, studiandoli proprio nei dettagli; rileggendo più e più volte gli stralci che mi emozionavano di più. Ricordo “La piccola principessa”, “Piccole Donne”, “Anna dei Tetti Verdi”, tanto per citare quelli che ho letto più volte in assoluto. Crescendo, sono passata alla narrativa dei grandi classici: ho letto veramente di tutto, da Manzoni a Primo Levi; dal Robinson Crusoe di Daniel Defoe a “Orgoglio e Pregiudizio” di  Jane Austen, una delle mie scrittrici preferite in assoluto. Dei contemporanei amo particolarmente la bravissima Lucinda Riley, l’italiana Chiara Gamberale e l’indimenticabile Giorgio Faletti con i suoi intricati e lavorati gialli.

Qual è il tuo rapporto con i social e con i blog? Quanto possono essere utili a uno blogger e calciatorescrittore?

Questo è il mio punto dolente! Immagino che i canali social possano essere utili, ma io non riesco a sfruttarli pienamente per farmi conoscere. Mi vergogno un po’… riesco a mettere appena un post per la presentazione di un nuovo libro o una nuova promozione e poi non guardo per giorni il mio profilo. Non riesco nemmeno a mettere la mia foto, a parlare dei miei lavori con chi mi conosce direttamente: è come se leggendo i miei libri, avessero libero accesso alla mia anima. Separo drasticamente la mia vita di tutti i giorni dalla mia “immagine” di autrice di libri. Riesco a intrattenere meglio le mie lettrici attraverso il mio sito e lo scambio delle email private.

C’è un genere letterario che non hai ancora sperimentato  ma in cui ti piacerebbe cimentarti?

Ho una vena drammatica molto accentuata e mi piacerebbe molto scrivere un testo drammatico nel senso vero della parola. Ma non mi sento ancora pronta: il mio modo di scrivere è molto fresco, leggero. Si sposa male a un testo un pochino più serio. Ma mi esercito ogni giorno, alla continua ricerca di nuovi stili e nuovi modi di raccontare. Chissà che prima o poi non riesca a lavorare su un lavoro impegnato di questo tipo.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro? Qualche nuovo romanzo in cantiere?

Se riesco, entro la fine del 2018 vorrei fare uscire il quinto volume di Gossip & Stars. Sto già lavorando alla storia. Si torna ai personaggi classici (più un protagonista nuovo) ma non ai toni eccessivamente ironici a cui siamo stati abituati. L’atmosfera e gli umori saranno un po’ più tetri, più tristi; la storia prenderà una direzione diversa. Sto lavorando al soggetto proprio in questi giorni: ci sono tante idee e tante possibili varianti. Spero di riuscire ad acchiappare quella giusta, che possa essere gradita alla maggior parte dei lettori.

Se gli utenti del blog volessero seguirti dove ti troverebbero?

Mi farebbe molto piacere se venissero a trovarmi su http://gossipstars2017.blogspot.it Chi ha piacere di iscriversi al servizio gratuito di newsletter, poi, a parte essere sempre aggiornato su tutte le novità, avrà anche il privilegio di ricevere periodicamente simpatici premi, regalini, gadget.

Grazie mille per essere stata con noi! Tienici  sempre aggiornate!

Grazie a voi, ragazze. Continuo a seguirvi con affetto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.