Review Tour: “Figlie di una nuova era” di Carmen Korn – Fazi editore

Buongiorno a tutti ! Oggi ritorno a parlarvi del romanzo Figlie di una nuova era di Carmen Korn edito da Fazi editore. Ringrazio la casa editrice per la copia digitale del romanzo e Luisa del blog I sussurri delle muse per avermi coinvolto.

Sul blog L’angolo delle parole oggi trovate invece la tappa dedicata a Gli ultimi splendori della Belle Ѐpoque e il tarlo del Nazismo. ricordatevi di leggere anche la recensione del blog L’incanto dei libri.

Sinossi

Uno strano destino, quello delle donne nate nel 1900: avrebbero attraversato due guerre mondiali, per due volte avrebbero visto il mondo crollare e rimettersi in piedi, stravolgersi per sempre sotto i loro occhi. Sono proprio loro le protagoniste di questa storia, quattro donne che incontriamo per la prima volta da ragazze, ad Amburgo, alle soglie degli anni Venti. Hanno personalità e provenienze molto diverse: Henny, di buona educazione borghese, vive all’ombra della madre e ama il suo lavoro di ostetrica più di ogni cosa; l’amica di sempre Käthe, di estrazione più modesta, emancipata e comunista convinta, è un’appassionata militante; Ida, rampolla di buona famiglia, ricca e viziata, nasconde un animo ribelle sotto strati di convenzioni; e Lina, indipendente e anticonformista, deve tutto ai suoi genitori, che sono letteralmente morti di fame per garantirle la sopravvivenza. Insieme crescono e vedono il mondo trasformarsi, mentre le loro vicende personali s’intrecciano in una rete intricata di relazioni clandestine, matrimoni d’interesse, battaglie politiche e sfide lavorative, lutti e perdite, eventi grandi e piccoli tenuti insieme dal filo dell’amicizia. Pagine che ci fanno respirare il fascino d’epoca di un mondo che non c’è più: i cocktail al vermut, i cappelli a bustina, gli orologi da tasca e gli sfarzosi locali da ballo, ma anche le case d’appuntamenti, i ristoranti cinesi e le fumerie d’oppio del quartiere di St Pauli. E poi la lenta, inesorabile disgregazione di tutto, la fine di ogni libertà, il controllo sempre più pressante delle SS, la minaccia nazista…

Quattro donne, un secolo di storia: Figlie di una nuova era è il primo capitolo di una nuova, avvincente trilogia tutta al femminile.


Recensione di Mara

Questo libro è stato amore a prima vista! Appena Fazi ne annunciava la pubblicazione, ho subito capito che sarebbe stato un libro adatto a me, e morivo letteralmente dalla voglia di leggerlo. La trama al femminile e il periodo storico così complesso, mi hanno subito incuriosito e, quindi avevo delle aspettative davvero molto alte.

La penna della Korn ci porta nella Germania del 1919. La prima guerra mondiale si è appena conclusa, lasciando il paese in uno stato di confusione. La Germania è stata duramente sconfitta e la situazione politica è piuttosto instabile. Il popolo è stremato perché messo a dura prova da anni e anni di privazioni e in questo clima di tensioni e di sfiducia generale, quattro ragazze, quasi ventenni, molto diverse tra loro, cercano di prendere in mano le redini della propria vita.

Henny, dopo aver visto la devastazione causata dalla guerra, ha deciso di diventare ostetrica. Aiutare delle nuove vite a nascere dopo tanti mesi in cui ha visto solo morti e feriti, la rende più ottimista verso il futuro. È una donna decisa e sa sempre quello che vuole. Purtroppo, però, non è sempre libera di seguire il proprio istinto perché si sente costretta ad assecondare le idee, spesso discutibili, della madre. Da anni ha un ottimo rapporto di amicizia con Kӓthe, una ragazza di origine più umili che condivide con lei il desiderio di diventare ostetrica. Tra le quattro protagoniste, Kӓthe è quella che mi ha maggiormente colpito. È una ragazza forte, combattiva e idealista che vuole cambiare il suo futuro con le proprie mani.

Conosco una dottoressa che ha appena avuto il secondo figlio e continua  a lavorare alla clinica universitaria. Io dico sempre alle mie allieve che non devono rinunciare al lavoro per i figli. Noi donne dobbiamo avere scelta, ma dobbiamo anche avere la possibilità di fare tutte e due le cose.

Il destino di Henny e Kӓthe si incrocerà con quello di Ida e Lina. Ida è la figlia di una famiglia benestante ed è prigioniera delle convenzioni della società che non le permettono di vivere come meglio crede. Lina è una ragazza indipendente, con la testa sulle spalle e l’animo molto sensibile. Quattro donne diverse, unite da una salda amicizia, riusciranno ad affrontare insieme uno dei periodi più oscuri della storia dell’umanità?

I personaggi di questo romanzo sono davvero numerosi e alcuni interessanti. Mi ha davvero colpito la figura del dottor Landmann, uno dei migliori ginecologi della clinica in cui lavora. È un uomo tutto d’un pezzo, generoso, dalla grande empatia che ha purtroppo la sventura di essere un ebreo in un periodo in cui in Germania l’antisemitismo sta prendendo piede.

Figlie di una nuova era è un romanzo ricco di dettagli e di contenuti. È complesso e merita di essere letto e gustato con particolare attenzione. La cosa che ho maggiormente amato è stata la meticolosa ricostruzione storica. Mi è capitato di rado di leggere un libro così ben contestualizzato e ricco di dettagli, riferimenti precisi a fatti e anche a luoghi (molti dei quali non esistono più a causa dei bombardamenti aerei della RAF). La storia prende letteralmente vita tra le pagine del romanzo e viviamo insieme alle protagoniste le incertezze del dopoguerra, l’ascesa del Nazismo, le tensioni e i dolori della guerra e la speranza per un futuro migliore. Le emozioni che è stato in grado di suscitare sono davvero forti. Ho sofferto e gioito con le protagoniste. Figlie di una nuova era è coinvolgente e ti cattura fin dalla prima pagina. Il finale, poi, è inaspettato e pieno di suspense.

«Sento che c’è qualcosa che mi preoccupa».
«Cosa?».
«Non lo so. Come se stesse per accadere qualcosa di brutto».
«Questa è superstizione, Käthe».
«No». Poi si abbracciarono e piansero un po’. Nel futuro non si poteva guardare: nessuna delle due sapeva cosa l’attendesse.

Un grande pregio di questo romanzo è la delicatezza dell’autrice nel descrivere tematiche dure come l’olocausto e il Nazismo. Faccio sempre un po’ di fatica a leggere i romanzi che trattano di questi argomenti perché ho sempre il timore che siano troppo pesanti o angoscianti. La Korn, invece, riesce a essere realistica e a rendere la lettura piacevole.

Figlie di una nuova era è un libro scorrevole e che si legge davvero con molto piacere. Ho apprezzato la scelta di uno stile corale che mi ha permesso di conoscere gli eventi a 360 gradi. I pov che compaiono nel libro sono davvero molti, ma l’autrice non perde mai il filo del discorso. Azzeccata anche la scelta di suddividere i capitoli in ordine cronologico specificando il mese e la data in cui avvengono. Mi è stato molto utile per comprendere meglio le ragioni di alcune azioni dei protagonisti e mi ha aiutato a orientarmi meglio nella storia.

Avevano accompagnato al treno figli, mariti e fratelli, dopo averli provvisti di uova sode, pane imburrato e ravanelli per il viaggio, il viaggio che li avrebbe portati al fronte. Potevano solo sperare di vederli tornare sani almeno nel corpo, perché per lo spirito non c’erano speranze. Appartenevano a una generazione dannata, che aveva sopportato ben due guerre mondiali. Dopo la prima si erano riempiti di buoni propositi, ma non erano riusciti a evitarne una seconda.

Figlie di una nuova era è stata una lettura che ho amato. La generazione di quegli anni è stata tra le più sfortunate della storia perché ha visto orrori che stento a immaginare. Nonostante tutto il dolore e le sofferenze, però, indipendentemente dalla classe sociale da cui provengono le protagoniste del libro, i sentimenti positivi come la compassione, l’amicizia e la speranza sono quelli che hanno prevalso. Mentre leggevo, in alcuni momenti, mi è venuta la pelle d’oca perché  non ho potuto fare a meno di pensare che probabilmente i miei nonni hanno avuto una giovinezza simile a quella delle protagoniste della Korn.

Figlie di una nuova era è il primo volume di una trilogia ma è autoconclusivo. Personalmente però non vedo l’ora di leggere il secondo! Consigliato a chi ama la storia e cerca un libro toccante dal sapore tipicamente femminile.


Breve biografia:

Nata a Düsseldorf nel 1952, è una scrittrice e giornalista che vive ad Amburgo con la sua famiglia. In questa trilogia dall’enorme successo racconta della sua città.

 Il romanzo è disponibile su Amazon e su tutti gli store.

Non perdete le altre tappe dell’evento! 

firma

3 pensieri su “Review Tour: “Figlie di una nuova era” di Carmen Korn – Fazi editore

  1. Pingback: The best of 2018 | ROMANCE E ALTRI RIMEDI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.