Intervista a M. P. Black

Oggi ospito nel mio salottino privato M. P. Black (ovvero Paola De Pizzol), un’autrice molto versatile che recentemente ha pubblicato due romanzi Deathless: il segreto di lord Brown e Deathless: un Lord dal cuore di ghiaccio (editi da Dri Editore).

banner per fb ghiaccio

Buongiorno Paola! È un piacere averti come ospite sul blog Romance e altri rimedi.

Il piacere è tutto mio!

Parlaci un po’ di te: chi sei nella vita di tutti i giorni?

Ciao! Nella vita di tutti i giorni mi chiamo Paola De Pizzol. Sono felicemente sposata da ventiquattro anni, ho due figli, un maschio di vent’anni e una figlia di sedici, una gatta che vive con noi da otto anni e che adoro, e lavoro presso i servizi sociali di un Comune. Sono generalmente ottimista, amo le persone, sia con i loro pregi che difetti, e amo la bellezza, intesa come quella del cuore e dell’animo. Sono una mamma chioccia e molto affettuosa con le persone con cui ho rapporti più stretti e profondi. Cerco sempre di essere disponibile con chi ha bisogno di me, anche solo per un consiglio. Difetti? Molti! Sono permalosa, molto ingenua e a volte troppo orgogliosa.

E non riesco a crescere. Sono affetta dalla Sindrome acuta di Peter Pan!

Com’è nata la tua passione per la scrittura?

Quando frequentavo le scuole elementari, mi sono accora che adoravo comporre i temi che la maestra assegnava alla classe, a differenza di alcuni miei compagni che erano terrorizzati all’idea di dover scrivere qualche frase. Così, ho iniziato a creare poesie e versi. Poi alle medie la mia professoressa di Italiano, che non smetterò mai di ringraziare, mi ha spronata a scrivere qualche racconto. E io, fortunatamente, l’ho ascoltata! In seguito, i racconti sono diventati romanzi brevi e infine veri e propri romanzi!

Con Dri Editore hai pubblicato due romanzi : Deathless: il segreto di lord Brown e Deathless: un Lord dal cuore di ghiaccio. Raccontaci un po’ di questa esperienza. Cosa troveranno i lettori nei tuoi romanzi?

Ho avuto la fortuna di conoscere Thomas Dri, il proprietario della casa editrice, ancora sei anni fa, durante la presentazione di un altro mio romanzo. Thomas, allora, mi propose di scrivere un fantasy per ragazzi, da portare nelle scuole medie del Veneto. Io, che notoriamente amo le sfide, ho accettato subito questa proposta difficile e il romanzo, seguito poi da altri due sequel, ha avuto un successo fenomenale nelle scuole. Continuando poi la mia sempre più stretta collaborazione con la Dri, abbiamo pensato di evolverci, nel senso di cominciare a pubblicare e-book, cambiando genere. E ricordo di aver detto a Thomas, circa un anno fa, che da tempo il mio sogno era quello di scrivere uno storico Regency. Così ci siamo buttati letteralmente in questo progetto, senza sapere dove saremmo potuti arrivare. E quando abbiamo visto i risultati, non riuscivamo a credere ai nostri occhi!

Com’è nato il tuo interesse per il genere Regency?

Da piccola abitavo nei pressi della biblioteca del mio paese. Ricordo che quando papà mi ci portò, la prima volta, ne rimasi abbagliata. Chiesi alla bibliotecaria di consigliarmi un libro da leggere e lei mi propose “Piccole Donne”. Da allora, ho iniziato ad amare i romanzi storici. E quando ho conosciuto Jane Austen è stato amore a prima vista. E non mi sono più fermata! Se potessi avere una macchina del tempo, vorrei viaggiare per lungo e largo lungo tutto l’Ottocento mondiale, periodo che mi affascina. E il periodo della Reggenza inglese è quello che prediligo, in quanto ricco di cultura e di amore per le belle cose, in modo più semplice e spontaneo rispetto, ad esempio, a quello vittoriano.

Quali sono state le difficoltà maggiori nella stesura di questi ultimi due romanzi?

Innanzitutto la coerenza storica. Non è facile scrivere un romanzo in un periodo dove non si è vissuti. Ho dovuto impiegare parecchio tempo in internet a fare ricerche per conoscere meglio il periodo Regency. A tal proposito devo ringraziare Antonia Romagnoli, che tramite il suo sito, davvero ben confezionato per gli amanti della storia inglese dell’Ottocento, mi ha consentito di ottenere informazioni preziosissime! L’altra difficoltà è stata quella di adeguare i dialoghi a quelli di quel periodo. Non ho voluto, per scelta, utilizzare un linguaggio troppo “forbito”, che avrebbe potuto annoiare il lettore. Ma di certo non è possibile scrivere un romanzo storico servendosi del “gergo” moderno e attuale.

C’è un personaggio al quale sei più legata? Perché?

Adoro spassionatamente Jason, personaggio principale, insieme ad Emily, di “Un lord dal cuore di ghiaccio”. Rimasto vedovo, è un uomo lacerato dalla sofferenza, ma carico di una passione sfrenata che tiene sopita perché teme di essere incapace di amare ancora. Un uomo dagli alti valori morali, sempre pronto ad aiutare il prossimo, ma dal cuore appunto di “ghiaccio”, un cuore che non vuole più soffrire. Un uomo affascinante non solo nell’aspetto esteriore, ma anche nei modi pacati di fare. Insomma, credo che le lettrici non potranno non innamorarsi di Jason, proprio come è accaduto a me.

Sei una scrittrice molto versatile e hai pubblicato libri molto diversi tra loro. C’è un genere nuovo in cui ti piacerebbe cimentarti?

Finora ho pubblicato fantasy per ragazzi e per adulti, paranormal romance per adulti, due horror e un romance contemporaneo. Da qualche tempo la mia intenzione sarebbe quella di scrivere un thriller alla Dan Brown, per intenderci. Questo progetto, in effetti, ho già potuto sperimentarlo in parte col romanzo “La Rosa e il pugnale”. Però vorrei davvero fare qualcosa di più complesso, ma un thriller è assolutamente difficile da scrivere e richiede parecchio tempo e tante isorse. Per ora, infatti, devo dedicarmi al Regency e molto probabilmente, presto, prenderà vita con la Dri Editore un nuovo progetto assai interessante!

Tre ingredienti che secondo te non dovrebbero mai mancare in un romanzo

Amore, avventura, azione. E passione. Ops… sono quattro!

Se gli utenti del blog Romance e altri rimedi volessero seguirti su quali social ti troverebbero?

Ecco qui:

Pagina fb (mio profilo come Paola De Pizzol): https://www.facebook.com/depizzolpaola

Pagina fb autrice: https://www.facebook.com/mpblackofficial/

Blog: http://mpblackofficial.blogspot.com/

Twitter: https://twitter.com/MPBlack1?lang=it

Instagram: https://www.instagram.com/paolampblack/

Quali sono i tuoi progetti per il futuro? Qualche altro libro in cantiere?

Con Thomas Dri abbiamo in mente alcuni progetti. Probabilmente scriverò l’ultimo episodio della saga Deathless (e qui tengo a precisare che la saga è ad episodi, non a puntate, quindi ogni romanzo può essere letto autonomamente). Poi ci sarebbe l’altro progetto ambizioso, sempre con la Dri, ma questa è tutta un’altra storia!

È stato un vero piacere averti con noi! Tienici aggiornate!

Grazie a tutte voi, un abbraccio e a presto!


I Romanzi

Deathless: Il segreto di Lord Brown

51+fGYCuj7L

“A Rosemary mancò il fiato. Lord Brown era dannatamente bello. Così, arrossì ancora di più, mentre lui si voltava dalla sua parte.”

Scozia, 16 aprile 1746. Battaglia di Culloden. ”
Lord Robert Brown perde la vita durante la sanguinosa battaglia avvenuta nella piana di Culloden. Quasi tutti i clan scozzesi vengono eliminati dalla supremazia della forza inglese.

Periferia di Londra, aprile 1819. 
Lady Rosemary Cecilia Cavendish, figlia del Visconte di Cavendish, è promessa sposa al Marchese di Scott. Ma il destino sta per cambiare le sue carte. Durante il ballo organizzato dal padre per la “Stagione”, giunge inaspettatamente dalla Scozia Lord Ian Brown, Duca della contea di Argyll, che pretende la mano di Rosemary. Così, la ragazza parte in fretta per la cittadina di Inveraray, in Scozia, per diventare la moglie del Duca. Lord Brown è un uomo affascinante, a volte misterioso e brutale, a volte passionale. Rosemary ne è attratta e terrorizzata nello stesso tempo. Nel castello del Duca, iniziano presto ad accadere fatti inquietanti, che cambieranno per sempre la vita di Rosemary.

Il romanzo è disponibile su Amazon


Deathless: Un Lord dal cuore di ghiaccio

deathless-un-lord-dal-cuore-di-ghiaccio

Jason strinse i pugni. “Io vi rispetto, Emily. E lo farò per sempre. Col tempo, magari, arriverà qualcosa di più del rispetto. Nel frattempo, voi avrete l’opportunità di vivere nell’agiatezza, amata dalla gente di Inverness, e mi darete dei figli.”

LONDRA, NOVEMBRE 1819

Emily Sarah Walker giunge a Londra dalle lontane Americhe, ospite dello zio, il Conte Barnaby Spencer. Emily, di carattere ribelle e indipendente, è costretta a convolare a nozze con Alastair Gordon, un Laird Scozzese affascinante, arrivato a Londra, in compagnia dell’amico Jason MacDonald, per aiutare il governo inglese a sventare un attentato contro il Reggente.
Emily, seppur provando attrazione per Alastair, viene catturata fin da subito dal fascino tenebroso di Jason, che però si dimostra gelido e distaccato nei suoi confronti.
Dopo aver saputo che Lord MacDonald è rimasto vedovo da poco, e che ha deciso di chiudere il suo cuore all’amore, Emily decide di scalfire il muro che lui ha innalzato dinanzi a sé, per aiutarlo a superare il lutto che lo ha devastato.
Mentre i rivoluzionari si organizzano per eliminare il Reggente, tra Emily e Jason si accende la passione. Un amore altalenante, che rischierà di bruciare entrambi.
E che li condurrà sino al colpo di scena finale, tra momenti d’amore intenso, pericoli, intrighi e sotterfugi.

Il romanzo è disponibile su Amazon.

N.B I due romanzi sono disponibili anche insieme in versione cofanetto su QUESTO LINK. I due episodi della saga sono autoconclusivi e possono essere letti separatamente

Buona lettura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.