Recensione: “Un fidanzato per mia sorella” di Nicole Milton – Ed. Literary Romance

Buon pomeriggio! Oggi vi parlo nel dettaglio di Un fidanzato per mia sorella di Nicole Milton (ed. Literary Romance), una storia dolce e vivace, perfetta per questo periodo.

optimized-47685370_342248936330114_6540302522479804416_nSinossi:

Un bassotto esagitato. Un inglese snob. Una sorella porta guai. E l’incredibile indecisione di Emma.

Essere l’amante di qualcuno non è così onorevole e a lungo andare la situazione inizia a tormentare Emma che, dopo l’ennesima giustificazione a un mancato appuntamento con Seba, decide di troncare. A incasinarle la vita, Chicca, la sorella patita dei talent show che non tarda a finire in una incresciosa situazione. E l’arrivo di quel nuovo vicino molto “british”, Daniel, tanto affascinante quanto ombroso. Il loro primo approccio non è dei più rosei, ma Emma, in quel tipo impeccabile, vede l’occasione per sistemare una volta per tutte la sorella. Daniel sembra l’uomo giusto per lei, testa sulle spalle, lavoro fisso, una buona posizione insomma, ed è libero. Ma…

C’è sempre un ma, soprattutto quando scopre di essersene innamorata lei stessa.


Recensione di Mara

San Valentino è alle porte e anche se ripeto sempre che si tratta di una festa consumistica, alla fine, in questo periodo dell’anno, mi regalo sempre delle letture romantiche. Ogni scusa è buona per leggere un bel rosa, se questo libro poi è anche spiritoso come il romanzo di Nicole Milton, allora posso davvero ritenermi felice!

Un fidanzato per mia sorella ha subito catturato la mia attenzione grazie a una cover così colorata che mi ha ispirato simpatia. Non potevo, quindi, non leggerlo!

Emma è una ragazza come tante che in passato ha avuto i suoi alti e bassi. La vita a volte sa essere dura e dopo la morte dei suoi genitori è stata costretta a tirarsi su le maniche e trovare un lavoro per potersi mantenere e per provvedere anche a Chicca, sua sorella minore. È una donna pratica, concreta, che desidera quello che la maggior parte delle persone vuole: serenità e un rapporto amoroso stabile. Peccato che per il momento il suo legame con Seba lasci un po’ a desiderare…

La delusione e la rabbia piombarono addosso a Emma, crudeli. Facevano male. Come uno schiaffo violento, a tradimento. Il suo sguardo, senza che lei potesse evitarlo, andò alle valigie allineate in corridoio, allo smalto sbeccato che le parve l’esatta metafora di quello che stava succedendo. Si sentiva patetica, quasi ridicola e triste, profondamente triste: tanti preparativi, tante aspettative, tante illusioni per niente. Perché le cose, almeno per una volta, non erano andate come voleva, come sperava? 

Seba è il classico uomo che personalmente prenderei a sberle dalla mattina alla sera. Ufficialmente è fidanzato con un’altra donna e anche se dichiara di non esserne più innamorato, non si decide a troncare la relazione e preferisce tenere il piede in due scarpe.

Non amo per nulla i fedifraghi e ancora meno i traditori che non sono in grado di prendere una decisione. La povera Emma si trova, quindi, a fare da “ruota di scorta” e a illudersi che un giorno lui mollerà la sua ragazza per potersi fidanzare con lei. Ammetto di aver provato rabbia per questa situazione e avrei voluto dare uno scossone a Emma. Nessuna donna dovrebbe accontentarsi di essere un “ripiego” perché merita un uomo che la ami alla luce del sole.

In seguito all’ennesima delusione, Emma si rassegna a trascorrere un lungo e noioso weekend a casa, ma per fortuna la sua routine sarà ravvivata da Chicca e Daniel, il suo nuovo e affascinante vicino di casa.

Chicca è una ragazza un po’ strampalata che mi ha fatto provare delle emozioni un po’ contraddittorie. Mi ha fatto tenerezza la sua insicurezza, tutti abbiamo provato quel senso di incertezza e di smarrimento quando si avvicina l’età adulta e ancora non hai capito qual è il tuo posto nel mondo. Chicca è una grande appassionata dei Talent Show e il suo sogno è quello di sfondare nel mondo dello spettacolo. Il fisico di certo non le manca ma, dopo numerosi tentativi, il successo sembra ancora un miraggio. È una ragazza in apparenza superficiale e ingenua che si rifiuta di crescere e si basa un po’ troppo sulla sorella maggiore. In alcuni momenti mi ha fatto provare rabbia perché l’ho trovata egoista. Mentre una si fa in quattro per garantire un tetto sulla testa a entrambe, l’altra passa le giornate rimuginando sui suoi sogni di gloria. Purtroppo, credo che parte della colpa sia anche di Emma, che è troppo buona, e non ha costretto la piccola Chicca a cercare un lavoro per contribuire alle spese.

Sembra che per Chicca non ci sia nessuna speranza di diventare una donna adulta ed Emma, ormai, inizia a essere un po’stanca di dover sempre essere lei quella che si occupa di tutto.

Un giorno, però, per qualche strano motivo, si accorge di una particolare affinità tra sua sorella e Daniel. Emma vuole favorire la frequentazione dei due ragazzi con la speranza che magari possa nascere un legame stabile e, così, decide di trasformarsi per l’occasione in una perfetta Cupido in gonnella.

Ed ebbe una specie di folgorazione improvvisa. Magari, Daniel le aveva dato una mano e i due erano diventati grandi amici. Tutto è possibile, no? E ancora meglio se al fascinoso vicino, Federica piacesse anche, no? Era una gran bella ragazza, simpatica, intelligente anche se un po’, anzi, un po’ troppo immatura. E se fra quei due fosse nato qualcosa di serio, non sarebbe stato affatto male, perché Mr. Taylor, per quanto odioso e distante, i suoi numeri ce li aveva, eccome. Le tornò in mente tutto quello che aveva spifferato l’informatissima Piera: un ragazzo intelligente, di ottima famiglia e con grandi prospettive future. Insomma, un tizio con la testa sulle spalle, solido ed equilibrato, tutt’altra cosa rispetto a quegli scombinati che sua sorella era solita frequentare. In definitiva, poteva essere un’opportunità stupenda per Chicca!

Chi è Daniel? Siamo sicuri che sia realmente attratto da Chicca?

Daniel è un ingegnere londinese che ha il tipico fascino da gentiluomo inglese e che è in Italia da poco tempo perché ha ricevuto una proposta di lavoro che non poteva assolutamente rifiutare. È il classico ragazzo che potrebbe essere considerato come un “bel partito”: giovane, bello, intelligente e con una carriera in ascesa. Insomma, potrebbe essere l’uomo giusto per “raddrizzare” Chicca!

Anche se fa di tutto per rendersi odioso e in apparenza è freddo, scostante e un po’ snob, in realtà è un ragazzo dal cuore d’oro, generoso e perfino spiritoso.

Con il passare del tempo Emma, impara a conoscerlo meglio e ad apprezzarlo; inutile dire che con il tempo proverà una certa attrazione. Daniel, però, è innamorato di sua sorella e lei poi ha il suo Seba… o forse no?

Un fidanzato per mia sorella è un romanzo divertente che si legge tutto d’un fiato. La trama è dolce, delicata e anche se in apparenza potrebbe sembrare una storia leggera, a una lettura più profonda, ci si accorge che l’autrice vuole trasmettere dei messaggi importanti e ricordare alle donne di avere sempre il rispetto di se stesse, di non “accontentarsi” e di cercare sempre una realizzazione personale sia in amore sia nel lavoro.

Degno di nota è Poirot, il bassotto di casa! Adoro gli animali e Poirot, esagitato e vivace, è un “personaggio” a tutti gli effetti che contribuisce a rendere ancora più allegra la storia.

Con uno stile fluido e un linguaggio semplice, diretto ed efficace, la Milton ci regala ore di puro divertimento e di dolcezza. Un fidanzato per mia sorella è un romanzo breve che si legge in poche ore e che con il suo umorismo fine e intelligente ha saputo conquistarmi. Se siete in cerca di una storia frizzante e romantica non potete non leggerlo!


Biografia

Nicole Milton è lo pseudonimo di Laura Bassutti. Friulana d’origine (nata a Udine nel 1962), vive fra Italia e Spagna, dove mi sono trasferita molti anni fa, lasciando il lavoro d’avvocato. Scrive per passione spaziando dal giallo, al rosa, al noir e al romanzo storico. Nel 2008 ha ottenuto la menzione speciale da parte della Giuria del Premio Delitto d’Autore, organizzato dall’ACSI di Lucca, per il romanzo La ragazza della televisione. Due racconti sono stati inseriti nelle antologie della Delos Book: 365 Racconti di Natale (con la firma Annalisa Manenti) e 365 Racconti d’Estate. Nel 2014 pubblica con Triskell Edizioni con lo pseudonimo Nicole Milton la novella KarenCaffè.

Ha un blog: Parliamo di Libri (www.parliamodilibri.net) dedicato a recensioni, segnalazioni e interviste con autori e editori.

Per la Literary Romance fa il suo esordio con il romanzo Un fidanzato per mia sorella.

Il romanzo è disponibile su Amazon

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...