Segnalazione: “Novità di luglio”- Leone Editore – François-Xavier Dillard, Alessio Rigillo, Laura Zona

Ciao a tutti! Il weekend è ormai alle porte e molti di voi magari sono in partenza. Cosa leggere in queste calde giornate estive? La Leone Editore ci propone delle novità molto interessanti. Prendete carta e penna!

“Svegliati”di François-Xavier Dillard

LINK AMAZONSITO CE

L’INCUBO DA CUI NON SI FUGGE È LA REALTÀ

SVEGLIATI---fronteCompletamente paralizzato dal terrore, fissa la porta come si contempla la morte. I rivoli di sangue che gli colano davanti assumono strane forme, segni che inizia a riconoscere. E quando le mani che gli serrano la gola iniziano a strappargli la carne riesce finalmente a decifrare il messaggio: svegliati !

Paul Vignaud, giovanissimo talento dell’informatica che lavora per la polizia scientifica, ha sviluppato un programma sorprendente che, incrociando i dati delle indagini, è in grado di individuare il colpevole di qualsiasi delitto. Il banco di prova per il nuovo software è una serie di brutali omicidi che sta scuotendo Parigi: i corpi di alcune ragazze, accomunate solo dalla loro bellezza, vengono ritrovati con i segni di orrende torture. Nella stessa città, nel frattempo, anche Basile Caplain ha perso la pace: da quando ha subito un trapianto di cuore, le sue notti sono agitate da incubi spaventosamente vividi. Ossessionato da queste esperienze che lo hanno ingabbiato nella disperazione, Basile è pronto a tutto per trovare una via di fuga. Così come è pronto a tutto Paul, che nei tormenti della propria storia familiare troverà l’orrore e l’espiazione.

Biografia: François-Xavier Dillard è nato a Parigi il 6 ottobre del 1971 ma vive a Tours con la moglie e i tre figli. All’estero ha ricevuto diverse menzioni speciali, come quelle ai premi Polar di Cognac e Plume de Cristal di Liegi. Svegliati è il suo primo romanzo pubblicato in Italia.


“La chimica del sangue” di Alessio

LINK AMAZONSITO CE

GUERRA, COMPLOTTI E UNA MINACCIA NUCLEARE NEL FUTURO CHE NESSUNO VORREBBE VIVERE.

Chimica-del-sangue---FRONTERaggiunse l’interruttore, le dita protese, mentre una figu ra emergeva dal buio oltre i vetri sporchi, e ghignava al suo stupore. La canna di un’arma da fuoco puntava il suo petto. Trattenne il respiro, mentre si sentiva sopraffare da un terrore viscido, che si espandeva nel suo corpo, rendendolo cedevo le, debole. Sollevò le mani in segno di resa. Un pesante colpo fracassò i cardini logori della vecchia porta di legno. Mi hanno trovato. È la fine

Anno 2033. L’esaurimento del petrolio scatena la Terza Guerra mondiale in cui l’Italia e gli alleati occidentali fronteggiano la Russia, istigatrice del conflitto in seguito all’omicidio del premier tedesco. La costruzione di una bomba all’idrogeno da parte dei russi tiene in scacco gli alleati e le sorti dell’umanità. In questo scenario distopico, il protagonista Samuel Medici, militare dell’Esercito Italiano, verrà coinvolto dal generale Miramonti in una missione speciale per sventare il disastro nucleare e, grazie alla sagacia dell’amico Augusto Spadolini, capirà di essere coinvolto in una cospirazione internazionale in cui le vere fila del potere sono tenute da società segrete antagoniste tra loro.

Biografia: Alessio Rigillo è nato a Venosa, in provincia di Potenza, il 30 giugno 1991. Laureato in Ingegneria Meccanica presso il Politecnico di Torino, lavora nel centro di Ricerca e Sviluppo di una multinazionale. Con La chimica del sangue esordisce per Leone Editore.


“Una cosa sola”di Laura Zona

LINK AMAZONSITO CE

UNA STORIA DI VITA VISSUTA, RILETTA ALLA LUCE DELL’AMORE

UNA-COSA-SOLA---fronteQuella mano misteriosa sprigionava un calore e una delicatezza tutta femminile, come se nel palmo si condensasse la solidarietà per tutte le donne del mondo che, da sempre, affrontano la paura del parto e vivono emozioni così forti e contrastanti. «Non aver paura: io sono qui per te, non sei sola…» pareva dirmi il suo gesto.

Nella protagonista di questo romanzo autobiografico, l’amore intenso e assoluto – percepito vividamente durante la nascita del figlio – innesca una reazione a catena che sovverte ogni ordine: la scelta di rimanere sola, anziché soffocare in un rapporto di coppia inesistente, la condurrà a un’indagine introspettiva che schiude un mondo di significati mai colti prima. Ma qual è la scintilla che spinge una donna a raccontare un’esperienza tanto intima e profonda? Non il bisogno di comprensione e solidarietà, ma il desiderio di condividere una storia di maturazione interiore in cui ogni donna saprà ritrovare una mano amica e una guida luminosa.

Biografia: Laura Zona lavora come infermiera da più di trent’anni e nelle storie delle persone che ha incontrato sa ritrovare la parte più bella di chi le ha vissute. Scrivere è il suo modo per condividere questa fondamentale scoperta. Con Una cosa sola esordisce per Leone Editore.

Buona lettura!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.