Review Tour: “La ragazza con la macchina da scrivere” di Desy Icardi – Fazi editore

85094049_951392425256550_4048714577284694016_n

Buongiorno! Oggi vi parlo del secondo romanzo di Desy Icardi La ragazza con la macchina da scrivere. Ringrazio la casa editrice per la copia ARC e Sara (Il club delle lettrici compulsive) per la grafica.

51KzuogMwWL._SX327_BO1,204,203,200_Sinossi:

Sin da ragazza, Dalia ha lavorato come dattilografa, attraversando il ventesimo secolo sempre accompagnata dalla sua macchina da scrivere portatile, una Olivetti mp1 rossa. Negli anni Novanta, ormai anziana, la donna viene colpita da un ictus che, pur non rivelandosi letale, offusca parte della sua memoria. I ricordi di Dalia tuttavia non si sono dissolti, essi sopravvivono nella memoria tattile dei suoi polpastrelli, dai quali possono essere liberati solamente nel contatto con i tasti della Olivetti rossa. Attraverso la macchina da scrivere, Dalia ripercorre così la propria esistenza: gli amori, i dispiaceri e i mille espedienti attuati per sopravvivere, soprattutto durante gli anni della guerra, riemergono dal passato restituendole un’immagine di sé viva e sorprendente, la storia di una donna capace di superare decenni difficili procedendo sempre a testa alta con dignità e buonumore. Un unico, importante ricordo, però, le sfugge, ma Dalia è decisa a ritrovarlo seguendo gli indizi che il caso, o forse il destino, ha disseminato lungo il suo percorso. La narrazione alla ricerca del ricordo perduto si arricchisce pagina dopo pagina di sensazioni e immagini legate a curiosi oggetti vintage: la protagonista del libro ritroverà la memoria anche grazie a questo tipo di indizi, che appaiono ogni volta in luoghi inaspettati, in una specie di caccia al tesoro immaginaria, tra realtà e fantasia. Dopo “L’annusatrice di libri”, sul senso dell’olfatto e la lettura, un romanzo sul tatto e la scrittura, un viaggio a ritroso nella vita di una donna sulle tracce dell’unico ricordo che valeva la pena di essere conservato.


Recensione di  Mara

Qualche mese fa ho avuto modo di conoscere una delle penne più interessanti del panorama letterario italiano: Desy Icardi. Con il suo primo libro, L’annusatrice di libri, e grazie alla sua penna così originale, creativa e fluida mi ha regalato una delle esperienze di lettura più interessanti e appassionanti degli ultimi mesi e così quando mi è stato proposto di partecipare a questo review tour non ho esitato e ho accettato subito con grande entusiasmo.

Dopo una storia che trasuda di amore per la lettura cosa si cela tra le pagine de La ragazza con la macchina da scrivere?

Desideroso di conoscere la risposta a questa mia domanda e in cerca di un momento di pace e tranquillità al termine di una giornata decisamente troppo pesante mi sono lasciata subito travolgere dalla penna dell’autrice e in un solo istante le notizie allarmanti di questi ultimi giorni sono diventate più ovattate e meno dolorose.

La Icardi, con la sua penna delicata, ci fa diventare degli spettatori della vita di Dalia, la protagonista assoluta di questa storia,una donna avanti con gli anni, reduce da un brutto ictus che però le ha lasciato intatti i ricordi. La sua salute purtroppo non è più quella di una volta ma la sua mente è ancora agile e sveglia. Chi si nasconde, però, dietro a questa anziana signora dai comportamenti talvolta un po’ strani?

La ragazza con la macchina da scrivere racconta la vita della protagonista da quando era una giovane dattilografa fino a oggi. Attraverso la sua voce rivivremo la sua storia, i suoi amori, le sue delusioni e la sua grande passione per la scrittura. Il quadro che ne emerge è quello di una donna forte, determinata, passionale e sensibile che ha affrontato la vita a testa alta e con sangue freddo. Durante la lettura mi sono ritrovata più volte ad ammirare questa donna e a provare una profonda empatia per lei. Ci sono stati dei momenti in cui ammetto di essermi anche commossa!

Il romanzo della Icardi è delicato, particolare che non annoia mai e appassiona chi legge. Personalmente ho amato moltissimo i capitoli ambientati durante la guerra, li ho trovati dettagliati, ben scritti e molto realistici. Grazie a uno stile fluido, diretto e scorrevole questo libro si legge con piacere in poche ore anche perché è quasi impossibile non rimanere con il naso incollato dalle pagine! Ho apprezzato molto la tecnica del flashback e la narrazione su due piani temporali che mi ha permesso di esplorare il passato di Dalia e di conoscere il suo presente.

La Icardi, inoltre, arricchisce la trama aggiungendo nella storia un tocco di giallo e di mistero che ha saputo sfruttare con grande intelligenza che ha stuzzicato la mia curiosità e che ha contribuito a tenermi incollata alle pagine.

La ragazza con la macchina da scrivere è un romanzo che di divora, una lettura piacevole ed emozionante che non ha nulla da invidiare al precedente libro della Icardi. Questo libro è quindi la piacevole conferma del talento di questa autrice che continuerò a seguire anche nei prossimi mesi. È un inno all’amore per la scrittura e il ritratto appassionante di una donna che saprà conquistarvi.

Lo consiglio a chi ha amato la Icardi in passato e a chi ama le storie che hanno un forte legame con il passato.

Il romanzo è disponibile su Amazon

Buona lettura! 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.