Review tour: “Dimmi l’amore che cos’è” di Cecile Bertod – Leone editore

Banner-RT (1)

Buongiorno! Oggi partecipo al review party di Dimmi l’amore che cos’è di Cecile Bertod. Ringrazio la casa editrice per la copia del romanzo e per avermi coinvolto nell’evento.

FRONTE_BERTOD (1)Trama

Mable Hope è a un passo dall’esaurimento nervoso: nota più per le sue apparizioni sui calendari universitari che per i suoi successi lavorativi, è alle prese con gli appuntamenti al buio organizzati da suo padre e con gli esami di fine anno. In più, c’è l’assegnazione del Premio Michael Moore di cui occuparsi. Un fondo destinato alla ricerca che verrà affidato alla facoltà che presenterà il progetto più interessante. Lei però se ne era completamente dimenticata e non ha neanche uno straccio di relazione da consegnare alla commissione. Così, per non rischiare di perdere la cattedra, prende dal cestino dei rifiuti un mucchio di vecchie lettere mai aperte e le porta in direzione, fingendo che siano sue. Si accorge troppo tardi, però, di aver proposto all’università di finanziare un’assurda ricerca sull’amore. È già convinta che la cacceranno, quando scopre che invece è proprio lei ad aver ricevuto i fondi della Michael Moore, battendo il responsabile del dipartimento di Fisica, l’insopportabile professor Gardner, che quell’anno era sicuro di vincere con la sua teoria sulle stringhe. Ora, Mable ha tre milioni di dollari per scoprire che cos’è l’amore, ma non ha la più pallida idea di come fare. Be’, da dove iniziare? Le serve qualcuno da far innamorare.


Recensione di Mara

Ho iniziato a leggere questo romanzo in una di quelle giornate nere in cui si avrebbe davvero il bisogno di spegnere tutto e scappare su un’isola deserta. Non potendo ahimè affogare la rabbia in un buon tiramisù e non avendo a disposizione un isolotto tascabile ho deciso di affidarmi al rimedio universale contro ogni malessere dell’anima: la lettura.

In questi giorni è uscito in tutte le librerie Dimmi l’amore che cos’è, l’ultimo e attesissimo romanzo di Cecile Bertod, autrice che stimo da molto tempo e non vedevo davvero l’ora di immergermi tra le pagine di qualcosa di suo. I romanzi di Cecile hanno sempre una marcia in più, un qualcosa di particolare che me li fa sempre adorare e così, in cerca di distrazione e tranquillità, mi sono subito lasciata trasportare dalla penna dell’autrice.

Uno dei punti di forza dei romanzi della Bertod sono i suoi personaggi. Ogni volta mi affeziono a loro come se fossero delle persone in carne e ossa e anche questa volta non ho potuto fare a meno di innamorarmi di Mable e Stephen.

Ed è vero perché, tra tutti i matti del BIT, il più squilibrato è proprio Stephen Gardner. (…)(…) Devono averlo assemblato in un laboratorio segreto della NASA. L’idea di partenza non era affatto male. Prendete il cervello di Einstein, lo trapianti nel corpo di un tenebroso trentenne dallo sguardo magnetico e ottieni un brillante scienziato, con quel pizzico di romance che tiene sveglio il pubblico durante le conferenze sui raggi gamma. Poi non lo so cos’è andato storto.

Mable è una giovane antropologa con la personalità un po’ sopra le righe. È sarcastica, intelligente, un po’ pasticciona ed è una single convinta. A nulla, infatti, sono valsi i numerosi tentativi del padre di trovarle un fidanzato. Stephen, il protagonista maschile, è un ragazzo dalla personalità molto diversa dalla frizzante Mable. È uno scienziato geniale, preciso e meticoloso che vive per il suo lavoro. Da diverso tempo tra i due non scorre buon sangue e le cose peggiorano quando entrano in competizione per l’assegnazione del premio Michael Moore.

Inaspettatamente la vincitrice del premio e dell’assegno di ricerca è Mable… e questo segnerà l’inizio di una serie di eventi esilaranti e imprevedibili che mi hanno letteralmente fatto impazzire.

No, mi dispiace, non lo so cos’è l’amore, ma inizio a intuire dove sia nascosta la fregatura dell’anima gemella. Ci avete fatto caso? C’era una volta un paese molto, molto lontano… le fiabe iniziano sempre così, te li mettono dove non puoi trovarli i principi azzurri. Ecco perché sei single, perché sono molto, molto lontani. In un posto indefinito che non rintracci con il navigatore satellitare. Fantalandia. Laggiù, Lissù. Tutte indicazioni vaghe, spesso inventate per depistarti.

Dimmi l’amore che cos’è è un romanzo frizzante, allegro e romantico che mi ha completamente conquistato. Quando ci si immerge in questo libro si viene travolti subito dagli eventi ed è impossibile staccarsi dalle pagine.

È un romanzo che si divora tutto d’un fiato e che regala emozioni e divertimento a non finire. La storia di Mable e Stephen è delicata, dolce ed esilarante. La trama è originale ed è studiata nel minimo dettaglio con intelligenza. Lo stile della Bertod è come sempre un punto di forza. La sua scrittura ipnotica, scorrevole e fluida rendono la lettura piacevole.

Ma quello che amo di più delle storie della Bertod è la sua ironia intelligente. Le sue battute pungenti e sottili, mai grossolane o banali, colpiscono sempre il segno e le trovo davvero irresistibili.

Ma bisogna andare avanti, papà. Farcene una ragione. E poi come si dice? Quando ami qualcuno lascialo andare e se torna cambia la chiave.

Cecile Bertod è un marchio di garanzia e Dimmi l’amore che cos’è è l’ennesima conferma del suo eccezionale talento. Grazie a questo romanzo sono riuscita a dimenticare i miei malumori e a vivere un sogno a occhi aperti che mi ha lasciato sulla pelle una piacevole sensazione di divertimento e benessere. Ovviamente continuerò a seguire l’autrice e non vedo davvero l’ora di leggere le sue prossime storie perché non ne ho mai abbastanza!

Se cercate una storia d’amore frizzante e divertente e se volete conoscere una delle voci più promettenti del chick-lit non perdetevi questo romanzo. Non ve ne pentirete!

Il romanzo è disponibile su Amazon

Buona lettura!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.