Review party: “Il monaco che amava i gatti” di Corrado Debiasi – Sperling & Kupfer

Buongiorno! Oggi partecipo al review party de Il monaco che amava i gatti. Ringrazio la casa editrice per la copia ARC.

Trama

Ogni cosa avviene sempre nel tempo e nel luogo giusti. Ogni cosa avviene quando sei pronto a riceverla.

Se qualcuno ti dicesse che per uno strano gioco del destino ti ritroverai a trascorrere del tempo in compagnia di un anziano monaco e dei suoi meravigliosi gatti, ci crederesti? Che percorrerai un viaggio iniziatico, costellato di incontri che ti porteranno a scoprire, attraverso un vortice di emozioni, l’immensa bellezza della tua anima, ci crederesti? Se qualcuno ti dicesse che prima di trovare l’amore dovrai scoprire l’amore in te stesso, e che tutto ciò che hai appreso può essere osservato da un’altra prospettiva, ci crederesti?

Quando il protagonista di questa storia, Kripala, si mette in viaggio, non sa cosa gli riservi il futuro, ma sa cosa vuole lasciarsi alle spalle: un lavoro perduto, un amore finito. La sua destinazione è l’India, dove intende praticare lo yoga e spera di ritrovare l’equilibrio che la sua vita ha smarrito.

Una volta arrivato, addentrandosi nel dedalo di viuzze di Varanasi, finirà per perdersi, ma proprio da quel momento inizierà a ritrovare se stesso. Nel ventre vitale e sacro di quella antica città si imbatterà in persone straordinarie nella loro apparente semplicità, umili nella loro natura ma abissali nella loro saggezza. Che si tratti di un maestro di arti marziali o di un pittore, di un’anziana che nutre i poveri o di una curatrice di giardini, ognuno di loro saprà lasciare a Kripala insegnamenti indelebili, parole che resteranno incise per sempre nella sua anima. Sopra tutti, a intrecciare destini come un abile tessitore, Tatanji: l’anziano monaco ritiratosi in un ashram in compagnia dei suoi gatti. Sarà lui a scuotere la polvere dagli occhi di Kripala, fino a indicargli che quella felicità di cui è in cerca l’ha già dentro di sé: deve solo imparare a riconoscerla.

Il monaco che amava i gatti è la storia di un viaggio ispirazionale che tocca con poesia e semplicità i valori e i temi più profondi dell’esistenza. Una storia capace di parlare al cuore e all’anima di ognuno di noi.


Recensione di Mara

Quando mi è capitato sotto gli occhi questo romanzo non sono riuscita a resistere e ho subito capito che dovevo assolutamente leggerlo. Quando si attraversano delle fasi complicate nella vita è bello trovare delle letture che in qualche modo possano farci da guida e aiutarci a riflettere e questo romanzo sembrava avere tutte le caratteristiche che stavo cercando. Inoltre io adoro i gatti!

La prima cosa che mi ha fatto riflettere è stata la scelta del titolo. Perché l’autore fa riferimento ai gatti? I gatti sono degli animali meravigliosi e, anche se non si direbbe, sono dei veri maestri di vita che riescono a godere quello che hanno senza preoccuparsi troppo del futuro o lasciarsi influenzare dal passato. Un’arte che spero un giorno di poter imparare anche io. Il gatto, quindi, è stata la figura che ha ispirato questa storia davvero profonda e incredibile.

Il monaco che amava i gatti è un romanzo diverso da quelli che sono abituata a leggere ma non per questo l’ho trovato meno emozionante, anzi,  l’ho letteralmente adorato. In cerca di relax, al termine di una giornata davvero deprimente in cui tutto sembra andare storto mi sono abbandonata alla lettura e in pochi istanti mi sono immedesimata in Kripala, un uomo che per anni ha vissuto seguendo lo stile di vita occidentale che con la sua frenesia spesso porta a perdere di vista ciò che è realmente importante. Quanto mi sono sentita a vicina a Kripala! Quante volte sono stata assalita da dubbi, incertezze e timori! Kripala si lascia alle spalle una vita ricca di dolori e delusioni per intraprendere un viaggio che ha a dir poco dell’incredibile.

Giunto a Varanasi, un’antica sacra città in oriente, Kripala incontrerà delle persone che lo aiuteranno nel lungo e difficile percorso per ritrovare se stesso. Ogni figura che conoscerà in questo luogo lascerà un segno, un insegnamento prezioso che lo aiuterà nel suo percorso di vita.

Il monaco che amava i gatti è una lettura profonda, densa di significato che definirei filosofica. Attraverso queste pagine l’autore ci porta a riflettere su ciò che ha davvero importanza. Leggendo questo libro mi sono immedesimata con facilità in Kripala, un uomo alla costante ricerca di se stesso, e ho vissuto sulla mia pelle le sensazioni che lui ha provato nel corso del suo viaggio spirituale. Con uno stile semplice l’autore riesce a trasmettere dei concetti piuttosto elaborati e complicati. È un libro molto “importante” che credo vada letto almeno una volta nella vita perché prima o poi tutti attraversano una fase d’incertezza e di dubbi e fermarsi a riflettere può essere un buon metodo per acquisire quella consapevolezza di se stessi e dei propri limiti che ci può aiutare ad affrontare le difficoltà della vita.

Il monaco che amava i gatti è una lettura che avvicina il lettore alla meditazione e che mi ha aiutato moltissimo in questi giorni e che mi ha lasciato molti insegnamenti. Spesso è difficile affrontare un cambiamento, un grosso dolore o esprimere un’emozione ma attraverso le pagine di questo libro ho trovato una fonte d’ispirazione e materiale su cui riflettere per poter lavorare su me stessa. L’autore, inoltre, ricorda l’importanza dello yoga, disciplina a cui mi sono avvicinata solo di recente perché nell’ultimo anno ho dato un maggiore spazio all’attività fisica e posso quindi confermare nel mio piccolo gli effetti benefici sul corpo e sulla mente di una sana attività fisica. È un libro altamente riflessivo, introspettivo, dal grande spessore e la scrittura quasi poetica la rende una lettura piacevole. Consiglio di leggere questo romanzo con calma per poter assorbire tutti i concetti profondi e le sfumature di questo romanzo e concedersi il lusso di meditare e riflettere su quei preziosi insegnamenti che il libro offre. Se siete amanti della cultura orientale  e se volete leggere una storia ricca di saggezza non perdetelo!

Il romanzo è disponibile su Amazon.

Buona lettura!

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.