Review party: “Il rintocco” di Neal Shusterman – ed. Mondadori

Buongiorno! Oggi partecipo al review party de Il rintocco di Neal Shusterman. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Da tre anni Citra e Rowan sono scomparsi: da quando cioè la falce Goddard ha assunto il potere e il Thunderhead si è chiuso in un silenzio che solo Greyson Tolliver riesce a infrangere. La città-isola di Endura, il “cuore pulsante” della Compagnia delle falci, è perduta, affondata per sempre nelle acque dell’oceano, e con lei le Grandi falci. Davvero sembra che ormai nulla possa impedire il dominio assoluto di Goddard, nominato Suprema Roncola della MidMerica. E, mentre gli echi della Grande Risonanza scuotono ancora il cuore della Terra, la domanda è una sola: c’è ancora qualcuno in grado di fermare il tiranno? Gli unici a saperlo sono la Tonalità, il Rintocco e il Tuono.


Recensione di Mara

Questa settimana sono usciti in libreria i capitoli finali di molte saghe. Ovviamente non me ne sono fatta scappare nemmeno uno e tra i vari titoli che aspettavo con maggiore ansia e aspettative c’era sicuramente Il rintocco, il volume conclusivo della serie distopica di Neal Shusterman che mi ha conquistato mesi fa. Ho iniziato a leggere questo romanzo appena l’ho avuto tra le mani, carica di curiosità e di aspettative. Anche se di solito ho sempre un certo timore e provo sempre un pizzico di nostalgia quando sono costretta a “salutare” dei protagonisti che ho amato e che ho seguito per un lungo periodo ero certa che l’autore non mi avrebbe deluso e, infatti, così è stato.

Guidata dalla penna dell’autore mi sono ritrovata ancora una volta nel suo mondo così strano e così ben particolareggiato che abbiamo imparato a conoscere nei capitoli precedenti. Ogni volta che ripenso all’ambientazione di questa saga mi vengono i brividi e non posso non provare una profonda ammirazione per Shusterman che si è dimostrato essere un autore intraprendente e originale. In pochi istanti mi sono ritrovata nei panni dei protagonisti, tre anni dopo la conclusione degli eventi narrati nel volume precedente.  Anche se sono trascorse diverse settimane dalla pubblicazione del secondo capitolo sono riuscita comunque ad ambientarmi in tempi abbastanza rapidi in questa nuova storia. Citra e Rowan, i due protagonisti degli scorsi capitoli, hanno in questa fase un ruolo secondario e lasciano maggiore spazio a nuove figure (alcune le abbiamo incontrate solo marginalmente nei libri passati). Al centro della vicenda troviamo Goddard che, in seguito a una lunga serie di eventi, ha ormai preso pieni poteri e ha fondato un nuovo ordine di Falci, cosa che ha avuto delle conseguenze di un certo rilievo. Accanto a Goddard troviamo ancora il Thunderhead (ovvero quell’intelligenza artificiale che l’autore ha introdotto in passato), Greyson, Maestro Faraday, Jeri e molti altri.

Adesso Greyson vedeva qualcos’altro in quegli occhi, qualcosa che sovrastava tutte le altre emozioni. La disperazione. Un abisso di disperazione, scuro e divorante come una colata di catrame. E Greyson si rese conto
che non era la sola a provare quel sentimento: era un sentimento collettivo.

Il rintocco è un romanzo complesso dalla trama imprevedibile e ricca di colpi di scena. Anche se il libro è piuttosto corposo (circa 600 pagine) lo si legge tutto d’un fiato perché Shusterman è particolarmente abile a tenere alto il livello di attenzione e a creare quella tensione narrativa che ti costringe a leggere “ancora una pagina” anche se i tuoi occhi si stanno chiudendo. Per fortuna questo terzo capitolo è stato all’altezza dei libri precedenti e, anche se inaspettato, mi ha completamente soddisfatto. La cura dei dettagli è pressoché maniacale e ogni cosa trova il suo posto proprio come in un grande puzzle. I personaggi sono senza dubbio un punto di forza del libro e l’idea di narrare le vicende in stile corale è un valore aggiunto che ha creato dinamismo e che mi ha permesso di avere una visione complessiva degli eventi. L’ambientazione e l’idea alla base dell’intera trilogia sono tra le più innovative e originali che abbia letto negli ultimi tempi. La tematica principale su cui è costruita l’opera è la morte, un tema universale, sempre attuale che ci è stato presentato in modo diverso e che si presta anche a innumerevoli riflessioni di ordine quasi filosofico. Con Il rintocco Neal Shusterman si conferma essere un autore dal grande talento e spero presto di poter leggere altre sue opere.

Non poteva togliere la vita: se lo avesse fatto, la Compagnia lo avrebbe saputo all’istante, dato che tutte le spigolature venivano trasmesse alla banca dati tramite l’anello. Aveva anche pensato di sbarazzarsene, ma alla fine ci aveva rinunciato. Era una questione di onore, una questione di orgoglio. Era ancora una falce e dunque separarsi dall’anello sarebbe stata una mancanza di rispetto.

Se siete in cerca di un distopico originale e se avete amato i volumi precedenti non perdetelo.

Il romanzo è disponibile su Amazon. Buona lettura!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.