Review Party: “L’ultimo volo” di Julie Clark – ed. Astoria

Buongiorno! Oggi partecipo al review party de L’ultimo volo di Julie Clark. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Claire sembra avere una vita ideale: una bella casa a Manhattan, un marito politico in carriera e rampollo di una ricca dinastia. Ma dietro le apparenze idilliache si nasconde un uomo violento. Claire inizia a progettare una fuga, e l’incontro casuale nel bar dell’aeroporto JFK con Eva, anche lei in una situazione difficile, le serve l’occasione su un piatto d’argento: le due si scambiano i biglietti aerei e quindi le identità. Ma l’aereo sul quale viaggia Eva/Claire precipita e la ragazza, di conseguenza, viene data per morta. Ora Claire ha più che mai la possibilità di “sparire” e rifarsi un’esistenza, ma ben presto comprende che probabilmente la vita di Eva, con il suo pericoloso passato, non è quella giusta per ricominciare da zero. Soprattutto perché il suo posto sull’aereo viene ritrovato vuoto dagli addetti al recupero dei corpi e forse la ragazza non è salita a bordo. “L’ultimo volo” è la storia di due donne – entrambe sole, entrambe spaventate – che riescono a trasformare in possibilità le difficoltà della vita.


Recensione di Mara

Ho iniziato a leggere questo romanzo senza sapere bene cosa aspettarmi, stuzzicata da una trama originale e molto attuale. In queste lunghe giornate di pandemia i libri sono stati il mio rifugio civile dal mondo che mi circonda e scoprire nuove penne è diventata una delle mie “missioni” di questo ultimo anno. Non conoscevo Julie Clark ma l’idea di leggere una storia, narrata principalmente dal punto di vista femminile, che aggiungesse un briciolo di tensione e di suspense mi stuzzicava. Appena l’ho avuto tra le mani mi sono immersa in questo romanzo e in pochi istanti mi sono ritrovata nei panni delle due protagoniste, due donne profondamente diverse tra di loro che il caso ha fatto contrare.

Il punto di forza de L’ultimo volo, a mio avviso, è l’aspetto psicologico. Tutte le figure che compaiono in questa storia sono approfondite in un modo talmente dettagliato che ho trovato quasi impressionante. È davvero incredibile il lavoro di introspezione e l’abilità dell’autrice nel trasmettere ogni singola sfumatura ed emozione delle sue protagoniste.

Claire è in apparenza una donna fortunata. Ha una bella casa, una posizione economica benestante ed è sposata con un uomo che ha davanti una sicura carriera di successo. Dall’esterno Claire sembra la classica persona da invidiare, la donna fortunata che ha ottenuto tutto quello che si potrebbe desiderare dalla vita, ma la realtà è molto diversa da quello che sembra. All’interno delle mura di casa, infatti, la vita di Claire si trasforma in un vero incubo. Rory, suo marito, abbandonata la maschera di formalità e cortesia che indossa nel mondo esterno si rivela per ciò che è: un uomo freddo, prepotente e violento. Sono da sempre molto sensibile riguardo al tema della violenza sulle donne e trovarlo in un romanzo non mi è sempre facile. L’autrice è riuscita a mio avviso a trattare un argomento tanto spinoso in modo intelligente e delicato, cosa che mi ha fatto apprezzare notevolmente questa lettura.

Dopo lunghi mesi di soprusi e sofferenze Claire decide che è arrivato il momento di cambiare vita e di lasciarsi alle spalle il suo passato. L’incontro fortuita con Eva, una donna che come lei si sta allontanando da una situazione complessa, potrebbe essere la svolta che tanto cercava.

L’ultimo volo è un romanzo intelligente, dalla trama attuale, che si divora in poche ore. L’autrice riesce a catturare l’attenzione del lettore sin dalla prima pagina ed è praticamente impossibile non sentirsi coinvolti nella vicenda. Leggendo queste pagine non ho potuto fare a meno di provare sulla mia pelle le emozioni di Claire, il suo dolore, la sua speranza per un futuro migliore e la sua paura. Già perché lasciarsi alle spalle il passato, per quanto possa essere doloroso, non è sempre facile e  riprendere in mano le redini della propria vita per affrontare un futuro ignoto inevitabilmente è un qualcosa che genera molte insicurezze. Lo stile dell’autrice è fluido e scorrevole e grazie a un sapiente uso del flashback è possibile avere una visione a 360 gradi di tutti gli eventi. Leggere questo libro è stata come una ventata d’aria fresca che mi ha regalato ore di distrazione ma che mi ha anche ispirato molte riflessioni. Le tematiche trattate, infatti, sono numerose, attuali e molto interessanti. Consiglio questo libro a chi ama le storie psicologiche e che abbia voglia di leggere un racconto originale dal ritmo incalzante.

Il romanzo è disponibile su Amazon. Buona lettura!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.