Review party: “Amare un libertino” di Julia Quinn – ed. Mondadori

Buongiorno! Oggi partecipo al review party di Amare un libertino di Julia Quinn. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Dopo anni di dissolutezze, il noto libertino Michael Stirling ha deciso di cambiare vita: è bastata un’occhiata a Francesca Bridgerton per farlo innamorare come non avrebbe mai creduto possibile. Peccato che Francesca stesse per sposarsi… Tutto ciò è avvenuto tempo fa. Ora Michael ha ottenuto il suo titolo e Francesca è libera, ma continua a vederlo solo come un caro amico. Fino a quando non si ritrova, quasi casualmente, tra le sue braccia appassionate.


Recensione di Mara

Le giornate sembrano sempre migliori quando si trascorre qualche ora in compagnia della famiglia Bridgerton! Mi sono davvero affezionata a questa saga e quando ho avuto tra le mani Amare un libertino non sono riuscita a resistere. Mi sono immersa subito tra le pagine di questa nuova storia in cerca di relax e di divertimento e mi sono lasciata travolgere dalla penna della Quinn. Dopo pochi attimi mi sono ritrovata circondata dalle familiari atmosfere dell’Inghilterra Regency e tutti i miei malumori sono passati in secondo piano. Il punto di forza di questo romanzo è la caratterizzazione dei due protagonisti. Francesca e Michael sono due personaggi ricchi di sfumature che mi hanno conquistato sin dal primo istante.

Francesca è la sesta figlia della famiglia ed è una giovane vedova. John, il suo amato marito è scomparso all’improvviso dopo pochi mesi d matrimonio. Francesca è una ragazza forte, riflessiva ed è meno frivola e più riservata rispetto agli altri componenti della sua famiglia. A differenza di molte altre sue coetanee ha reagito al suo dolore in modo dignitoso prendendo in mano le redini della situazione e amministrando il contado in maniera impeccabile. Dopo aver osservato per anni il lutto, però, è decisa a rimettersi in gioco e a cercare un nuovo marito per realizzare il suo sogno: diventare madre. Affrontare un lutto e tornare a frequentare i balli e gli eventi del ton dopo tanto tempo può essere un’esperienza complessa ma per fortuna ha al suo fianco Michael, cugino di suo marito, ed erede del contado. Michael è una figura complessa che mi ha subito affascinato. La sua personalità è ricca di sfumature e di contraddizioni. Michael è un noto libertino ed è praticamente impossibile resistere al suo fascino. Adoro divertirsi con le signore che lo circondano ma in fondo al suo cuore sa che l’unica donna che ha sempre amato e che amerà sempre è Francesca. Si è sempre sentito in colpa per questo. Amare la moglie di suo cugino è per lui un tradimento, un errore e per questo motivo non è mai riuscito a confessare i suoi sentimenti. Inoltre è ben consapevole che Francesca lo vede solo come un amico… o forse no!

Dopo un’esistenza passata a inseguire le donne, a sorridere maliziosamente quando erano loro a inseguirlo, a lasciarsi catturare per poi ribaltare la situazione fino a essere lui il vincitore, ad accarezzare, baciare e fare l’amore senza consentire mai al proprio cuore di restare realmente coinvolto, gli era bastato uno sguardo per innamorarsi così perdutamente di lei, che solo per un miracolo era riuscito a mantenersi in piedi.
Purtroppo per lui, però, Francesca sarebbe rimasta una Bridgerton solo per altre trentasei ore (…)(…)

Amare un libertino è il sesto libro della serie ed è una storia che ho amato moltissimo. Ogni mese aspetto l’uscita dei vari capitoli di questa saga con molta ansia. Leggere un libro della serie Bridgerton è un po’ come andare a trovare un caro amico e mi regala sempre delle sensazioni positive che mi aiutano ad affrontare le mie giornate. Il punto di forza di questo libro è l’introspezione. L’autrice è abilissima nel trasmettere le emozioni dei protagonisti ai lettori. Ammetto di aver provato una forte empatia soprattutto con Michael. Non è facile, infatti, amare qualcuno che non si può avere (chi lo ha vissuto sa quanto possa essere dolorosa questa condizione) e non deve essere semplice nemmeno vivere ogni giorno con i sensi di colpa. La storia di Michael e Francesca è dolce, coinvolgente ma per poter coronare il loro sogno i due dovranno affrontare numerose difficoltà. Attorno a Francesca e Michael ritroviamo i numerosi altri personaggi che abbiamo imparato ad apprezzare in passato come Violet, Colin ed Eloise. Lo stile della Quinn è inconfondibile. La sua penna è scorrevole, fluida e i suoi dialoghi, sempre vivaci e ironici, rendono la lettura piacevole. Se siete dei fan della Quinn e amate le storie romantiche e le atmosfere del periodo Regency non perdetelo!

Il romanzo è disponibile su Amazon. Buona lettura!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.