Blogtour: “Il mistero della stanza blu” di Riku Onda – ed. Mondadori – Se ti piace questo libro, leggi anche…

Buongiorno! Oggi partecipo al blogtour de Il mistero della stanza blu di Riku Onda. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

È una notte calda e afosa degli anni Sessanta, quando nella città giapponese di K viene compiuto un misterioso ed efferato omicidio: durante una festa di compleanno a casa del dottor Aosawa, un eminente medico proprietario di un’importante clinica, diciassette persone muoiono avvelenate. L’unica sopravvissuta della famiglia è la figlia Hisako, mentre sul tavolo della cucina viene ritrovata una lettera con un verso criptico, probabilmente lasciata dall’assassino. Hisako, che ha perso la vista dopo un incidente, è tra i pochi testimoni della strage ma non ricorda quasi nulla: nel suo interrogatorio confuso parla soltanto di una stanza blu, piccola e semibuia, e di fiori bianchi. Pochi mesi dopo, il fattorino che ha consegnato le bevande alla festa viene trovato morto, apparentemente suicida, con un biglietto in cui si dichiara colpevole dell’omicidio. Le indagini si chiudono frettolosamente, ma in molti sono convinti che altre persone siano in realtà coinvolte nel delitto. Attraverso le voci di chi è stato testimone dell’omicidio, Il mistero della stanza blu ricompone come un mosaico l’intera vicenda, ricostruendo magistralmente le pieghe e le ombre di quella giornata terribile. Un giallo raffinato, una critica profonda alle contraddizioni e alle ipocrisie della società giapponese, una riflessione lucida e spietata sulla natura del male e gli abissi insondabili della memoria


Continua a leggere
Pubblicità

Blogtour: “Fuga di Natale” di Sarah Morgan – Ed. Harper & Collins – Il Natale di Sarah Morgan

Buongiorno! Oggi partecipo al blogtour di Fuga di Natale di Sarah Morgan. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Per Christy Sullivan la Lapponia doveva essere la destinazione ideale per trascorrere le feste natalizie con la famiglia e la sua migliore amica Alix. Ma quando si trova nel bel mezzo di una crisi matrimoniale in piena regola si rende conto che ciò di cui ha un disperato bisogno è prima di tutto del tempo da trascorrere sola con il marito. E a quel punto c’è un’unica soluzione: sua figlia partirà per la Lapponia insieme ad Alix, e loro le raggiungeranno nel cottage di zia Robyn il giorno di Natale. Certo, è un grande favore da chiedere, ma altrimenti a cosa servono gli amici? In effetti Alix farebbe qualunque cosa per Christy… ma la sua richiesta le toglie il sonno. Perché l’istinto le dice che c’è qualcosa che non va anche se la sua amica non ne parla. Come se non bastasse, quando arriva in quel cottage isolato nel cuore della Lapponia, Alix si ritrova di fronte nientemeno che Zac, la sua nemesi del passato. E nemmeno le gelide temperature artiche riescono a raffreddare le sensazioni inopportune che quell’uomo affascinante suscita in lei. Mentre sotto l’aurora boreale emergono segreti e nascono nuove storie d’amore, Christy e Alix troveranno il coraggio di lottare per ottenere l’amore che desiderano e al tempo stesso salvare la loro preziosa amicizia?

Continua a leggere

Blogtour: “Emily in Paris” di Catherine Kalengula – ed. Mondadori – I luoghi più affascinanti di Parigi

Buongiorno! Oggi partecipo al blogtour di Emily in Paris di Catherine Kalengula. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Sono a bordo di un taxi e il cuore mi batte così forte che sembra sul punto di esplodere. Io, Emily Cooper, sono a Parigi! Abbiamo tutti bisogno di sogni per sopravvivere, e il mio è sempre stato quello di venire qui. Si è impossessato di me all’improvviso una sera, mentre guardavo il film Moulin Rouge con la sublime Nicole Kidman. Avrò avuto sette o otto anni e, davanti a quello schermo, mi sono detta: “Anch’io voglio andare a Parigi!”.

Quel film ha piantato dentro di me un seme che negli anni ha continuato a crescere e germogliare. E quando si sogna così forte è praticamente impossibile fermarsi.

Le strade di Parigi sfilano sotto i miei occhi con i loro splendidi monumenti e io non riesco a smettere di sorridere! Eppure una parte di me ha paura. Paura di non riuscire ad ambientarmi. Paura che la realtà non rispecchi il sogno.


I luoghi più affascinanti di Parigi

Parigi è una città magnifica e ogni volta che ci capito non smetto mai di innamorarmente. Quest’estate, dopo due anni di stop ai viaggi per il covid sono finalmente riuscita ad andarci e come sempre è stato magnifico. Parigi è anche protagonista a tutti gli effetti di Emily in Paris, un libro che ha ispirato una nota trasposizione Netflix e che vi consiglio di non perdere! Ma perché Parigi è così bella e quali sono i luoghi più evocativi o affascinanti di questa città? È difficile rispondere a questa domanda ma oggi vi accompagno per un breve tour virtuale nei luoghi che ho tanto amato quest’estate. Se vai a Parigi non puoi perderti il suo simbolo, ovvero la Tour Eiffel. Da qualsiasi angolazione la si guarda ha un qualcosa di affascinante ma il mio consiglio (oltre a una visita prendendo i vari ascensori all’interno) è di ammirarla di sera magari a bordo di un battello sulla Senna. Vi assicuro che il gioco di luci che avrete sotto lo sguardo è un qualcosa di davvero affascinante!

Image by Nordcap Studio from Pixabay

Parigi è una città elegante e la sera rende davvero il massimo. Dopo aver fatto una bella crociera sulla Senna che vi permetterà di ammirare oltre alla Tour Eiffel anche Notre Dame e il Louvre non potete non fare un salto nella via dello shopping più famosa al mondo: gli champs elyses

Image by Pierre Blaché from Pixabay 

Parigi è una città molto sobria, elegante e ovviamente è nota per i suoi musei. Imperdibili il Louvre e il Musée d’Orsay.

Foto di Anja da Pixabay

Andare a Parigi e non fare un giro a Montmartre è davvero un delitto. Non potete assolutamente saltare questa tappa!

Altro luogo da visitare soprattutto se siete amanti del teatro è il palazzo dell’Opera Garnier.

Parigi è anche giardini. Per quanto sia una città enorme mi ha stupito la cura del verde e i suoi magnifici giardini sono un’oasi di relax dal traffico parigino!

Foto di Christel da Pixabay

Ovviamente Parigi è arte, monumenti, storia e molto altro ancora. Impossibile non visitare anche alcune chiese come Notre Dame (attualmente in restauro dopo l’incendio di qualche anno fa) e se avete tempo vi consiglio anche di non perdere l’occasione di farvi ammaliare in uno dei famosi bistrot o in qualche elegante pasticceria. Come dicevo di luoghi interessanti a Parigi ce n’è in abbondanza e potrei parlarne per ore. Voi quali avete visitato? Quali consigliate? Intanto non perdete le altre tappe del blogtour!

Il romanzo è disponibile su Amazon. Buona lettura!

Blogtour: “Emily in Paris – 2” di Catherine Kalengula – ed. Mondadori – Motivi per leggere il libro

Buongiorno! Oggi partecipo al blogtour di Emily in Paris – 2 di Catherine Kalengula. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Dopo un inizio un po’ complicato – e una lunga serie di gaffe – comincio veramente ad adorare la mia vita parigina. I miei colleghi di Savoir mi considerano finalmente una di loro e il mio capo non mi sbatte quasi più la porta in faccia. Ora, passeggiando per il quartiere, mi sento come a casa. E tutto è ancora più bello da quando la mia amica Mindy è venuta ad abitare nella mia minuscola mansarda. C’è solo un piccolo inconveniente. Un piccolo inconveniente chiamato Gabriel… E ora Camille dice che vuole parlarmi il prima possibile. Gabriel non le avrà mica raccontato quello che è successo tra noi? Oh là là, tutto tranne questo!

Continua a leggere

Review party: “La cioccolateria in Muffin Street” di Jane Rose Caruso – ed. More stories

Buongiorno! Oggi partecipo al review party de La cioccolateria in Muffin Street di Jane Rose Caruso. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Judith odia il Natale. Da quando suo padre è scomparso per lei questa festa è diventata il ricordo di una felicità perduta.
Ora deve gestire da sola l’attività di famiglia, la Cioccolateria “Sherlock Holmes” al 221/B di Londra e sebbene sia innamorata del suo lavoro, portarlo avanti non è sempre facile.
Per farlo, ha dovuto rinunciare ai propri sogni e chiudere a chiave il suo cuore.
Le pareti profumate di cioccolato, zenzero e cannella della Cioccolateria, però, non sono esattamente ciò che sembrano e nascondono un grande segreto.
E mentre la neve inizia a cadere candida su Londra e l’ennesimo Natale si avvicina, una serie di strani incontri e circostanze impreviste porteranno Judith a intraprendere un incredibile viaggio nella lontana ed esotica l’India; là dove si sono perse le tracce di suo padre tanti anni prima.
Insieme all’amica e compagna di avventura Ofelia, risoluta donna dalla battuta pronta e il look anni ’50, Judith dovrà davvero improvvisarsi una piccola Sherlock Holmes.
E anche fare i conti con il proprio cuore e il turbamento che prova di fronte a colui che forse è proprio la chiave di tutto il mistero.
Riuscirà Judith a fidarsi dell’amore e credere ancora alla magia del Natale?


Continua a leggere

Blogtour: “La confraternita delle streghe – il segreto sepolto” di Kass Morgan e Danielle Paige – ed. Mondadori – Cos’è la Kappa Rho Ni

Buongiorno! Oggi partecipo al blogtour de La confraternita delle streghe – il segreto sepolto di Kass Morgan e Danielle Paige. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Dopo il finale disastroso del semestre appena trascorso, le Kappa Rho Ni hanno un solo obiettivo: ristabilire l’equilibrio nel mondo. Scarlett Winter, finalmente presidentessa della confraternita, è fermamente intenzionata a impedire che altre sorelle possano cadere vittima di forze malvagie. Per riuscirci, però, non le basterà l’aiuto delle compagne, ma dovrà chiedere una mano alle ex allieve, come la madre e la sorella, che in passato hanno fatto parte della congrega, compito tutt’altro che facile visto che implica lo svelamento di segreti mai confessati prima. Come nuovo membro delle Kappa Rho Ni, Vivi Devereaux ha compreso finalmente cosa voglia dire appartenere a qualcosa. Ora ha tutto ciò che desiderava: l’appoggio delle compagne e una storia d’amore con il ragazzo che le piace da quando ha iniziato il college. Appena Scarlett le affida un ruolo importante all’interno della confraternita, Vivi fa del suo meglio per dimostrare di esserne all’altezza. Nel frattempo, però, i suoi studi sulla stregoneria prendono una piega pericolosa nel momento in cui scopre l’esistenza di una nuova forma di magia che ha legami misteriosi con il passato delle Kappa Rho Ni e con un demone in cerca di vendetta. Insomma, proprio quando Scarlett e Vivi sembrano avere finalmente raggiunto tutto ciò che desideravano, saranno costrette ancora una volta a lottare per salvare la loro confraternita da forze infernali e da una congrega rivale che minaccia di creare il caos tra le loro sorelle.


Continua a leggere

Blogtour: “Piume di struzzo” di Tina Cipollari – ed. Mondadori – Tina Cipollari e i gossip

Buongiorno! Oggi partecipo al blogtour di Piume di struzzo di Tina Cipollari. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Sono passati vent’anni da quando Tina ha calcato per la prima volta il palco di “Uomini e Donne”. Nessuno immaginava che dietro quella vamp esuberante, avvolta in un boa di piume di struzzo, si celasse una timida bambina del viterbese, cresciuta in una vecchia casa dal grande camino per riscaldare l’inverno e un fontanone in cortile per lavare i panni e rinfrescarsi d’estate. Nata in una famiglia umile ma dal cuore grande, Tina ha l’animo pieno di sogni. Fin da piccola, lascia che la fantasia la porti lontano dalle belle campagne di Castel di Guido fino ai locali più alla moda, immaginando di frequentare le dive che ammira per sfuggire ai pregiudizi della gente sulle sue modeste origini: Grace Kelly, Sophia Loren, Christina Onassis sono i suoi miti, le stelle luminose che le indicano la rotta. Vuole sentirsi bella, considerata proprio come una di loro, e così si inventa mille lavori per essere indipendente e tenere viva la sua fantasia. Ma quando finalmente incontra il principe azzurro che le fa assaporare la vita che ha sempre desiderato, un tragico scherzo del destino le porterà via tutto quanto aveva conquistato. Tina però non smette di crederci, ed è così che si ritrova, quasi per gioco, in tv. “Piume di struzzo” è un libro che diverte ed emoziona, è la storia di una donna indipendente e coraggiosa, orgogliosa e tenace, che non ha mai rinunciato a inseguire il proprio sogno di felicità: “Non ho mai saputo cosa mi aspettasse, ma sono sempre andata avanti guidata dall’istinto, come un bruco che tesse il bozzolo senza sapere che diventerà farfalla. Sentivo dentro di me una tigre che aveva bisogno di correre libera, lo ero stata sin da bambina, e mentre tutti mi dicevano di volare basso, io non avevo mai smesso di credere nella magia della vita”.


Continua a leggere

Blogtour: “Le rose a dicembre” – Autori vari – ed. Mondadori – Alessandro D’Avenia e Fabio Genovesi

Buongiorno! Oggi partecipo al blogtour de Le rose a dicembre. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

La memoria è un dono prezioso. È grazie a lei se – come sosteneva James Matthew Barrie, il creatore di Peter Pan – “possiamo avere le rose anche a dicembre”. La memoria infatti ci consente di arricchire la nostra esperienza attingendo a tutto ciò che abbiamo vissuto e siamo in grado di rievocare. Il tutto diventa ancor più interessante se riferito alla memoria collettiva, un vero e proprio bene comune, strumento imprescindibile di conoscenza della nostra storia nazionale e dei personaggi spesso misconosciuti che l’hanno animata. Nulla come gli archivi storici ci dà l’occasione di esplorarla. Ed è ciò che hanno fatto gli otto scrittori i cui racconti sono raccolti in questo libro: a partire dagli archivi di istituzioni pubbliche e aziende private sono andati a caccia di storie, riportando tesori. Affrescando una Milano vividissima, tra anni Sessanta e oggi, Marco Balzano tratteggia la vita di un uomo dall’incanto dei sogni giovanili al confronto con la realtà, descrivendo con grande delicatezza il rapporto tra un padre e una figlia. Giuseppe Culicchia, conciliando una oculata documentazione con uno sguardo visionario, ricostruisce la trasformazione dell’azienda elettrica municipale torinese nell’attuale IREN, attraverso i documenti e le notizie contenute nel suo archivio vivente, fatto “d’acqua e di luce e di gas e perfino di rifiuti”. Protagonista del racconto di Alessandro D’Avenia è Luigi Pirandello, che vorrebbe stipulare una polizza per assicurare il fuoco del desiderio e dell’ispirazione, il suo bene più prezioso, ciò che gli consente di scrivere, ovvero: “scorgere una mappa dove gli altri vedono solo un labirinto senza senso… e di gioirne e soffrirne nello stesso istante”. L’avventura incredibile di Luigi Lavazza viene ripercorsa con partecipazione e ironia da Fabio Genovesi: nato da una famiglia contadina costruisce un impero tenendo insieme una estrema fedeltà alle proprie origini e lo slancio verso il futuro. Andrea Marcolongo ci porta con sé in un’esplorazione che inizia nel Teatro di Dioniso, ad Atene, nel 388 a.C., durante la festa delle Lenee, e da lì si snoda, tra le commedie di Plauto e le “parole” del risparmio. Un altro personaggio straordinario è Teresa Noce, raccontata da Lidia Ravera: deputata, esule, antifascista, partigiana, una tra le più importanti figure femminili nella lotta per la conquista dei diritti e delle libertà sociali delle donne. Nadia Terranova mette in scena Amalia, che da grande vuole diventare scrittrice e grazie a una visita all’Archivio di Stato di Torino scopre come la sua passione per la narrativa e le storie sia profondamente affine alla Storia con la S maiuscola, che ha sempre trovato ostica. Infine, a partire dalla definizione di “gas”, parola che in questo frangente storico evoca ombre sinistre, Chiara Valerio ci conduce in un bellissimo viaggio attraverso la storia politica ed economica italiana, puntando l’attenzione sui passaggi cruciali in cui le donne hanno iniziato a sentirsi a proprio agio nel mondo della scienza, storicamente dominato dagli uomini.


Continua a leggere

Review party: “Il regno dei demoni” di Victoria Aveyard – ed. Mondadori

Buongiorno! Oggi partecipo al review party de Il regno dei demoni di Victoria Aveyard. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Il destino del mondo giace sul filo di una lama. Combattendo insieme alla sua banda di improbabili compagni, Corayne sta imparando ad abbracciare l’antico potere che le scorre nelle vene e a comprendere lo straordinario potere della spada ereditata dal padre. Ma il suo viaggio è tutt’altro che concluso. L’esercito della regina Erida, infatti, sta marciando attraverso Allward spalleggiato da Taristan, che lungo il cammino apre portali su mondi da incubo radendo al suolo interi regni. Se vuole salvare il mondo che conosce, Corayne non ha altra scelta se non radunare un esercito tutto suo. Per farlo, lei e i suoi compagni dovranno percorrere terre pericolose e affrontare assassini, bestie ultraterrene e mari tempestosi. Ma Taristan ha scatenato un potere malefico molto più letale dei suoi eserciti di mostri. Qualcosa di tremendamente pericoloso attende nell’ombra, qualcosa che potrebbe consumare il mondo e spegnere ogni speranza di vittoria.


Continua a leggere

Review tour: “La ragazza con l’ampersand” di Ornella De Luca – ed. Triskell

Buongiorno! Oggi partecipo al review tour de La ragazza con l’ampersand di Ornella De Luca. Ringrazio l’autrice e la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Domitilla Paciotti sa esattamente ciò che vuole. O quasi. Trent’anni, single incallita e una doppia identità da difendere: di giorno, Domitilla veste i panni della seria editrice della Memory Publishing, specializzata in biografie storiche e memoriali; di notte, scrive appassionanti romance erotici con lo pseudonimo di Tilly D. Powell. Due lati opposti del suo carattere, senza compromessi. Eppure, per salvare la sua azienda dalla bancarotta, qualche compromesso dovrà pur accettarlo. Così, dopo un faticoso rebranding e una strenua campagna di marketing, in redazione arrivano centinaia di manoscritti, tra cui un thriller mozzafiato a cui mancano le ultime venti pagine. Secondo Domitilla, è il romanzo giusto per rilanciare l’azienda. Peccato che il talentuoso autore sia scomparso nel nulla. Sbrogliare l’intricata trama del libro e scoprirne il finale sembra l’unica chiave per risolvere il mistero, ma sulla sua strada si metteranno una serie di delitti sepolti nel passato, un pazzo circolo letterario, un avvocato bello e pignolo e un viaggio nel cuore medievale dell’Umbria. 


Continua a leggere