Review party: “La cioccolateria in Muffin Street” di Jane Rose Caruso – ed. More stories

Buongiorno! Oggi partecipo al review party de La cioccolateria in Muffin Street di Jane Rose Caruso. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Judith odia il Natale. Da quando suo padre è scomparso per lei questa festa è diventata il ricordo di una felicità perduta.
Ora deve gestire da sola l’attività di famiglia, la Cioccolateria “Sherlock Holmes” al 221/B di Londra e sebbene sia innamorata del suo lavoro, portarlo avanti non è sempre facile.
Per farlo, ha dovuto rinunciare ai propri sogni e chiudere a chiave il suo cuore.
Le pareti profumate di cioccolato, zenzero e cannella della Cioccolateria, però, non sono esattamente ciò che sembrano e nascondono un grande segreto.
E mentre la neve inizia a cadere candida su Londra e l’ennesimo Natale si avvicina, una serie di strani incontri e circostanze impreviste porteranno Judith a intraprendere un incredibile viaggio nella lontana ed esotica l’India; là dove si sono perse le tracce di suo padre tanti anni prima.
Insieme all’amica e compagna di avventura Ofelia, risoluta donna dalla battuta pronta e il look anni ’50, Judith dovrà davvero improvvisarsi una piccola Sherlock Holmes.
E anche fare i conti con il proprio cuore e il turbamento che prova di fronte a colui che forse è proprio la chiave di tutto il mistero.
Riuscirà Judith a fidarsi dell’amore e credere ancora alla magia del Natale?


Continua a leggere
Pubblicità

Blogtour: “La confraternita delle streghe – il segreto sepolto” di Kass Morgan e Danielle Paige – ed. Mondadori – Cos’è la Kappa Rho Ni

Buongiorno! Oggi partecipo al blogtour de La confraternita delle streghe – il segreto sepolto di Kass Morgan e Danielle Paige. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Dopo il finale disastroso del semestre appena trascorso, le Kappa Rho Ni hanno un solo obiettivo: ristabilire l’equilibrio nel mondo. Scarlett Winter, finalmente presidentessa della confraternita, è fermamente intenzionata a impedire che altre sorelle possano cadere vittima di forze malvagie. Per riuscirci, però, non le basterà l’aiuto delle compagne, ma dovrà chiedere una mano alle ex allieve, come la madre e la sorella, che in passato hanno fatto parte della congrega, compito tutt’altro che facile visto che implica lo svelamento di segreti mai confessati prima. Come nuovo membro delle Kappa Rho Ni, Vivi Devereaux ha compreso finalmente cosa voglia dire appartenere a qualcosa. Ora ha tutto ciò che desiderava: l’appoggio delle compagne e una storia d’amore con il ragazzo che le piace da quando ha iniziato il college. Appena Scarlett le affida un ruolo importante all’interno della confraternita, Vivi fa del suo meglio per dimostrare di esserne all’altezza. Nel frattempo, però, i suoi studi sulla stregoneria prendono una piega pericolosa nel momento in cui scopre l’esistenza di una nuova forma di magia che ha legami misteriosi con il passato delle Kappa Rho Ni e con un demone in cerca di vendetta. Insomma, proprio quando Scarlett e Vivi sembrano avere finalmente raggiunto tutto ciò che desideravano, saranno costrette ancora una volta a lottare per salvare la loro confraternita da forze infernali e da una congrega rivale che minaccia di creare il caos tra le loro sorelle.


Continua a leggere

Blogtour: “Le rose a dicembre” – Autori vari – ed. Mondadori – Alessandro D’Avenia e Fabio Genovesi

Buongiorno! Oggi partecipo al blogtour de Le rose a dicembre. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

La memoria è un dono prezioso. È grazie a lei se – come sosteneva James Matthew Barrie, il creatore di Peter Pan – “possiamo avere le rose anche a dicembre”. La memoria infatti ci consente di arricchire la nostra esperienza attingendo a tutto ciò che abbiamo vissuto e siamo in grado di rievocare. Il tutto diventa ancor più interessante se riferito alla memoria collettiva, un vero e proprio bene comune, strumento imprescindibile di conoscenza della nostra storia nazionale e dei personaggi spesso misconosciuti che l’hanno animata. Nulla come gli archivi storici ci dà l’occasione di esplorarla. Ed è ciò che hanno fatto gli otto scrittori i cui racconti sono raccolti in questo libro: a partire dagli archivi di istituzioni pubbliche e aziende private sono andati a caccia di storie, riportando tesori. Affrescando una Milano vividissima, tra anni Sessanta e oggi, Marco Balzano tratteggia la vita di un uomo dall’incanto dei sogni giovanili al confronto con la realtà, descrivendo con grande delicatezza il rapporto tra un padre e una figlia. Giuseppe Culicchia, conciliando una oculata documentazione con uno sguardo visionario, ricostruisce la trasformazione dell’azienda elettrica municipale torinese nell’attuale IREN, attraverso i documenti e le notizie contenute nel suo archivio vivente, fatto “d’acqua e di luce e di gas e perfino di rifiuti”. Protagonista del racconto di Alessandro D’Avenia è Luigi Pirandello, che vorrebbe stipulare una polizza per assicurare il fuoco del desiderio e dell’ispirazione, il suo bene più prezioso, ciò che gli consente di scrivere, ovvero: “scorgere una mappa dove gli altri vedono solo un labirinto senza senso… e di gioirne e soffrirne nello stesso istante”. L’avventura incredibile di Luigi Lavazza viene ripercorsa con partecipazione e ironia da Fabio Genovesi: nato da una famiglia contadina costruisce un impero tenendo insieme una estrema fedeltà alle proprie origini e lo slancio verso il futuro. Andrea Marcolongo ci porta con sé in un’esplorazione che inizia nel Teatro di Dioniso, ad Atene, nel 388 a.C., durante la festa delle Lenee, e da lì si snoda, tra le commedie di Plauto e le “parole” del risparmio. Un altro personaggio straordinario è Teresa Noce, raccontata da Lidia Ravera: deputata, esule, antifascista, partigiana, una tra le più importanti figure femminili nella lotta per la conquista dei diritti e delle libertà sociali delle donne. Nadia Terranova mette in scena Amalia, che da grande vuole diventare scrittrice e grazie a una visita all’Archivio di Stato di Torino scopre come la sua passione per la narrativa e le storie sia profondamente affine alla Storia con la S maiuscola, che ha sempre trovato ostica. Infine, a partire dalla definizione di “gas”, parola che in questo frangente storico evoca ombre sinistre, Chiara Valerio ci conduce in un bellissimo viaggio attraverso la storia politica ed economica italiana, puntando l’attenzione sui passaggi cruciali in cui le donne hanno iniziato a sentirsi a proprio agio nel mondo della scienza, storicamente dominato dagli uomini.


Continua a leggere

Review party: “Il regno dei demoni” di Victoria Aveyard – ed. Mondadori

Buongiorno! Oggi partecipo al review party de Il regno dei demoni di Victoria Aveyard. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Il destino del mondo giace sul filo di una lama. Combattendo insieme alla sua banda di improbabili compagni, Corayne sta imparando ad abbracciare l’antico potere che le scorre nelle vene e a comprendere lo straordinario potere della spada ereditata dal padre. Ma il suo viaggio è tutt’altro che concluso. L’esercito della regina Erida, infatti, sta marciando attraverso Allward spalleggiato da Taristan, che lungo il cammino apre portali su mondi da incubo radendo al suolo interi regni. Se vuole salvare il mondo che conosce, Corayne non ha altra scelta se non radunare un esercito tutto suo. Per farlo, lei e i suoi compagni dovranno percorrere terre pericolose e affrontare assassini, bestie ultraterrene e mari tempestosi. Ma Taristan ha scatenato un potere malefico molto più letale dei suoi eserciti di mostri. Qualcosa di tremendamente pericoloso attende nell’ombra, qualcosa che potrebbe consumare il mondo e spegnere ogni speranza di vittoria.


Continua a leggere

Review tour: “La ragazza con l’ampersand” di Ornella De Luca – ed. Triskell

Buongiorno! Oggi partecipo al review tour de La ragazza con l’ampersand di Ornella De Luca. Ringrazio l’autrice e la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Domitilla Paciotti sa esattamente ciò che vuole. O quasi. Trent’anni, single incallita e una doppia identità da difendere: di giorno, Domitilla veste i panni della seria editrice della Memory Publishing, specializzata in biografie storiche e memoriali; di notte, scrive appassionanti romance erotici con lo pseudonimo di Tilly D. Powell. Due lati opposti del suo carattere, senza compromessi. Eppure, per salvare la sua azienda dalla bancarotta, qualche compromesso dovrà pur accettarlo. Così, dopo un faticoso rebranding e una strenua campagna di marketing, in redazione arrivano centinaia di manoscritti, tra cui un thriller mozzafiato a cui mancano le ultime venti pagine. Secondo Domitilla, è il romanzo giusto per rilanciare l’azienda. Peccato che il talentuoso autore sia scomparso nel nulla. Sbrogliare l’intricata trama del libro e scoprirne il finale sembra l’unica chiave per risolvere il mistero, ma sulla sua strada si metteranno una serie di delitti sepolti nel passato, un pazzo circolo letterario, un avvocato bello e pignolo e un viaggio nel cuore medievale dell’Umbria. 


Continua a leggere

Review party: “Gilded” di Marissa Meyer – ed.Mondadori

Buongiorno! Oggi partecipo al review party di Gilded. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

C’era una volta la figlia di un mugnaio…

Colpita dalla maledizione di Wyrdith, dio delle storie e della menzogna, Serilda ha sviluppato un incredibile talento per il racconto: quelle con cui incanta i bambini del villaggio sono vicende intriganti, bizzarre, e soprattutto non contengono un briciolo di verità. O almeno così credono tutti.

Ma una delle sue storie attira l’attenzione del mostruoso Erlking con i suoi cacciatori non-morti. E così Serilda si ritrova prigioniera in un luogo sinistro, dove si aggirano ghoul, fantasmi e ripugnanti corvi senza occhi. Chiusa nelle segrete del castello, la ragazza è costretta a dimostrare di saper trasformare la paglia in oro – come ha affermato – o sarà uccisa per aver mentito. Disperata, Serilda ha una sola possibilità: accettare l’aiuto di un ragazzo che le è misteriosamente comparso davanti. E che vuole qualcosa in cambio.

Continua a leggere

Review Tour: “Il sigillo dell’Oltrenuvola” di Giulia Gubellini – ed. Salani

Buongiorno! Oggi partecipo al review tour de Il sigillo dell’Oltrenuvola di Giulia Gubellini. Ringrazio la casa editrice e Il mondo di Simis per l’opportunità.

Trama

All’apparenza, i fratelli Giglio e Rosa Florens sono due comuni adolescenti. Il loro passato, però, è avvolto da una fitta nebbia. Per saperne di più sulle loro origini, i ragazzi si armano di coraggio e spirito di avventura, spingendosi verso l’ignoto a bordo di un bizzarro treno volante. L’incredibile viaggio li conduce su Avium, un arcipelago sospeso tra il cielo e la terra, abitato da creature alate e dominato dal malvagio Raskan Illt. Per difendere il suo regno, l’Imperatore è disposto a tutto, anche a precipitare dal cielo i due ragazzi, considerati una minaccia per il trono. Ma Giglio e Rosa non possono abbandonare quel luogo incantato a una sorte tanto crudele. Perciò, dopo aver varcato la coltre nebulosa dell’Oltrenuvola, tentano in ogni modo di ritornare indietro. Per farlo devono esplorare gli abissi dell’Eternomare, una sconfinata distesa d’acqua nera e vorticosa. È sui fondali la risposta che cercano? Si nasconde fra le onde la chiave per compiere finalmente il loro destino? Una grande avventura li attende. Ancora una volta le sorti di Avium sono affidate alla tenacia dei loro cuori. Viaggia tra il cielo e la terra, esplora gli abissi e attraversa le nuvole in una nuova avventura fantastica. Età di lettura: da 10 anni.


Continua a leggere

Review party: “La definizione della felicità” di Catherine Cusset – ed. Astoria

Buongiorno! Oggi partecipo al review party de La definizione della felicità di Catherine Cusset. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Due donne nate negli anni sessanta che di volta in volta incarnano una generazione, un’epoca e due modi particolari e molto diversi tra loro di attraversare la vita, dall’adolescenza alla maturità. Una, Clarisse – segnata da un evento traumatico a sedici anni, che ha cercato di dimenticare più che superare e che l’ha vaccinata contro la paura – condurrà una vita bohémienne e caotica, fatta di amori contrastati e passionali, e di una professionalità erratica, segnata dalla fatalità della ripetizione. L’altra, Ève, diventata cuoca a domicilio dopo studi classici, ha adottato l’equilibrio di una vita borghese da espatriata, compiendo scelte ragionevoli e durature. A loro insaputa sono unite da un legame invisibile e, grazie a una scoperta casuale, le loro strade s’intrecceranno intensamente. Clarisse ed Ève, due donne, diversissime tra loro, ma nelle quali ciascuna può ritrovarsi, in parte o per intero, nel loro differente rapporto con il corpo e il desiderio, l’amore e la maternità, l’invecchiamento e la felicità. Felicità intesa come durata e continuità, oppure come una serie di frammenti, i momenti dell’incendio.


Continua a leggere

Review party: “Morte di un tossicomane” di M. C. Beaton – ed. Astoria

Buon pomeriggio! Oggi partecipo al review party di Morte di un tossicomane di M. C. Beaton. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Hamish indaga nel mondo dei grandi traffici di droga. Un tale Tommy Jarret si rifugia a Drim, un villaggio nei pressi di Lochdubh, a detta sua per potersi isolare dal mondo e dedicarsi a un libro autobiografico. Hamish scava nel suo passato e scopre subito che è un ex tossicodipendente. A nulla valgono gli avvertimenti di Hamish a rigare dritto: di lì a poco Tom viene trovato morto per overdose. Quello che al comando di Strathbane pare un fascicolo da archiviare in tutta fretta, a Hamish sembra invece una messinscena su cui vale la pena di indagare. E a mano mano che si scoprono nuovi dettagli su Tom e sulle sue frequentazioni, Hamish si ritrova a indagare sul mondo delle sette religiose e del traffico internazionale di stupefacenti. Hamish dovrà vincere la sua ritrosia a lasciare Lochdubh per indagare sotto copertura a Glasgow e persino all’estero, accompagnato da Olivia Chater, una poliziotta (sua superiore) che, fra l’altro, riuscirà a fargli dimenticare le ossessioni per l’ex Priscilla Halburton-Smythe.

Continua a leggere

Review party: “La percezione del cuore” di Emma Mei

Buongiorno! Oggi partecipo al review party de La percezione del cuore di Emma Mei.

Trama

Il giorno del suo tredicesimo compleanno, Serenity riceve una profezia sul suo futuro sentimentale dall’amata nonna Temperance: incontrerà il vero amore all’età di ventisei anni, ma dovrà fare attenzione ai segnali che riceverà nel tempo. Una canzone cantata in portoghese la convince che il suo amato sarà di origini brasiliane e la profezia influisce su ogni sua scelta da quel giorno in poi.
Negli anni si dimostra una ragazza con un carattere paragonabile a un tornado, è piena di energia, ironica e frizzante. Ha una passione per gli stecchini di liquirizia e i pinguini, vive la vita con il sorriso sulle labbra che svanisce solo quando è nella stessa stanza con l’insopportabile cugina Liberty, ormai prossima alle nozze.
All’originale festa di addio alla singletudine, Serenity incontra il vichingo e le convinzioni sulla profezia vengono messe in dubbio dalle reazioni del suo cuore.
Il vichingo, nonostante l’aspetto imponente, è un uomo dalla personalità tranquilla e flemmatica e dimostra una spiccata attitudine al romanticismo. Per lui Serenity non è una nuova conoscenza. Due anni prima, quando l’ha vista a una serata fra amici, il suo cuore ha avuto la percezione che la ragazza fosse speciale… solo che lei non se lo ricorda.
Davanti alla realtà, Serenity dovrà riconoscere che gli imprevisti del destino sono dietro l’angolo e che all’amore piace mescolare le carte in tavola, disegnando un futuro diverso da quello della profezia.
Oppure la profezia è esatta, ma Serenity non ha prestato molta attenzione alle parole dette dalla nonna?!


Continua a leggere