Review party: “Campane a morto – Agatha Raisin” di M. C. Beaton – ed. Astoria

Buongiorno! Oggi partecipo al review parte di Campane a morto. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

L’idillico villaggio di Thirk Magna, nei Cotswolds, è famoso per la sua chiesa medievale e le sue campane, orgoglio dei parrocchiani. Mentre i campanari fanno le prove per ricevere in pompa magna il vescovo in visita pastorale, in paese si scatena la frenesia per accoglierlo degnamente. Un alone di mistero circonda però la vita del prelato: la sua ex promessa sposa, un’ereditiera, è sparita da un anno e di lei si è persa ogni traccia. Agatha viene assunta da uno dei campanari, che vuole scoprire la verità. La detective si tuffa nelle indagini, non senza riuscire a evitare il fascino emanato dal vescovo, che tende a sfruttare la propria avvenenza per spillare quattrini alle fedeli a cui fa gli occhi dolci. Tra gelosie di paese, parroci maneschi e giornalisti d’assalto, Agatha si trova in breve invischiata in un’interminabile serie di omicidi.


Continua a leggere

Review party: “Grand Hotel. Natale con delitto per quattro coinquilini e un gatto” di Serena Venditto – ed. Mondadori

Buongiorno! Oggi partecipo al review party di Grand Hotel. Natale con delitto per quattro coinquilini e un gatto di Serena Venditto. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

A Natale siamo tutti più buoni. E, nel caso di Malù Ferrari, archeologa con la passione per il giallo, anche più testardi e perspicaci del solito. Può un corso di pasticceria aprire le porte di un’indagine? Certo, se gli investigatori sono i quattro coinquilini di via Atri 36. L’innata curiosità di Malù la porta a seguire un laboratorio di cake design al Vomero Hill, un lussuoso albergo napoletano, ed è qui che Emiliano, un compagno di corso, la coinvolge in un’indagine non ufficiale sulla morte della madre, ex direttrice dell’hotel. Il caso è stato archiviato come “morte naturale” ma a lui non sembra tale, soprattutto da quando ha scovato un’agenda su cui la donna ha lasciato degli appunti misteriosi. Quando Emiliano viene trovato morto nel suo appartamento, anche Malù se ne convince: qualcuno voleva metterlo a tacere. Ma riuscirà a dimostrare al commissario De Iuliis che un malore e una rapina finita male, avvenuti a due anni l’uno dall’altra, nascondono in realtà due omicidi? E quali segreti custodiscono le camere del Vomero Hill? Per scoprirlo Malù può contare su una formidabile squadra di Irregolari: la sua Watson, ovvero Ariel, traduttrice di thriller sanguinolenti e romanzetti rosa; Samuel, sardo-nigeriano dalle mille qualità, non ultima la fierezza con cui osserva le tradizioni natalizie cagliaritane; Kobe, pianista giapponese dall’italiano fantasioso, alla ricerca del regalo perfetto per la sua Ayumi; e ovviamente il gatto nero Mycroft e il suo fiuto infallibile. Improbabili travestimenti, interrogatori ai confini della legalità, un vecchio caso mai chiuso e uno nuovo che non poteva capitare in un momento più sbagliato: pochi giorni prima di Natale, in una Napoli sfavillante, tra le luci dei quartieri dello shopping e i vicoletti del presepe di San Gregorio Armeno, fra incursioni di zampognari e dolci irresistibili. Districarsi non è facile, ma per i quattro detective dilettanti la vera impresa sembra essere un’altra, ben più ardua: la costruzione di un albero di Natale a prova di gatto.

Continua a leggere

Review party: “Piccola libreria con delitto” di Elena Molini – ed. Mondadori

Buongiorno! Oggi partecipo al review party di Piccola libreria con delitto di Elena Molini. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

È passato qualche mese da quando la Piccola Farmacia Letteraria, il luogo in cui i libri si trasformano in rimedi per la tristezza, la paura e qualsiasi altro stato d’animo, ha aperto i battenti. Per la titolare Blu Rocchini – sì, proprio Blu, come il colore – le cose sembrano finalmente andare per il verso giusto: a Firenze la libreria è diventata un punto di riferimento e da poco è iniziata una nuova avventura, il gruppo di libroterapia del giovedì sera. Ma ecco che una mattina all’alba, dopo una notte trascorsa passando da un locale all’altro come ai bei vecchi tempi, Blu riceve una telefonata. È la sua amica Rachele, che non sentiva da un po’ e ora ha un disperato bisogno di lei. Si trova nell’appartamento della sua ultima fiamma con accanto il corpo del ragazzo, un coltello conficcato nel fianco destro e tanto, tanto sangue attorno. «Non l’ho ucciso io» dice, e Blu non ha dubbi: è la verità. La polizia e i giudici, però, non la pensano allo stesso modo e Blu decide di mettersi al lavoro per dimostrare l’innocenza di Rachele. Ma come si fa a scagionare chi sembra irrimediabilmente colpevole? Per fortuna, per risolvere il caso Blu può contare sull’aiuto dei più leggendari investigatori di sempre, protagonisti dei suoi libri preferiti. Elena Molini fa rivivere il suo personaggio Blu in un giallo architettato alla maniera dei grandi classici, ma con in più l’irresistibile irriverenza della sua penna. Un giallo che, tra false piste e colpi di scena, sembra impossibile da risolvere: e se le cose non fossero come sembrano?

Continua a leggere

Review Party: “Morte di un macho” di M. C. Beaton – ed. Astoria

Buongiorno! Oggi partecipo al review party di Morte di un macho di M. C. Beaton. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Un nuovo caso per Hamish Macbeth

C’è un nuovo abitante a Lochdubh: Randy Duggan.

Muscoloso, spaccone, vestito in modo eccentrico, si spaccia per ex wrestler americano e conquista tutti al pub offrendo da bere e raccontando incredibili avventure professionali. Ma a poco a poco le simpatie per il nuovo arrivato vengono meno. Quando è parecchio ubriaco, Randy ostenta un accento più scozzese che yankee, e inizia a insultare gli abitanti del posto. Dopo vari alterchi, Hamish è chiamato in causa per calmare le acque, ma viene sfidato da Randy a un duello a cazzotti. Hamish accetta, però il giorno convenuto per il duello – tutto il paese è pronto ad assistere all’evento – Randy non si presenta. Viene ritrovato barbaramente ucciso a casa sua. Nelle indagini che ne conseguono, con Hamish fra gli indiziati, ne succedono di cotte e di crude, anche… sotto le lenzuola del detective meno ambizioso delle Highlands.

Continua a leggere

Review Party: “Agatha Raisin – L’albero delle streghe” di M. C. Beaton – ed. Astoria

Buongiorno! Oggi partecipo al review party di Agatha Raisin – L’albero delle streghe. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Agatha è annoiata a morte da una sfilza di casi di livello non superiore a quello della ricerca di gatti smarriti, e soffre di deprimenti fitte di solitudine. Paradossalmente, perciò, è felice di occuparsi di un caso molto truculento che terrorizza i Cotswolds: nel villaggio di Sumpton Harcourt, il pastore locale ha rinvenuto il cadavere di una donna impiccato a un sinistro albero mozzo, e la Scientifica ha stabilito che non si tratta di suicidio.

Nel corso dell’indagine la nostra detective si imbatterà in altri assassinii, scoprirà una combriccola di streghe e rischierà più volte

la vita, al punto di pensare sul serio di mollare l’agenzia investigativa, magari per dedicare tutto il suo tempo alla meticolosa ricerca del Principe Azzurro.

Continua a leggere

Review party: “Agatha Raisin – i giorni del diluvio” di M. C. Beaton – ed. Astoria

Buongiorno! Oggi partecipo al review party di Agatha Raisin – i giorni del diluvio. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Agatha ormai lo sa, anche se fa fatica ad ammetterlo: l’unica cosa che davvero riesce a tirarla su di morale è imbattersi in un cadavere. E se in più il corpo è quello di una bella ragazza vestita da sposa che fluttua nelle acque ingrossate di un fiume con in mano un bouquet… beh, diventa irresistibile! Più infelice che mai, Agatha vuole dimenticare che suo marito a lei ha preferito un convento. Si sente abbandonata, grassa, fuori moda e assolutamente furibonda. Che opzioni le restano? Fa un viaggio in un posto improbabile e prende lezioni di pilates. Ma non sembra servire. Fino a quando vede galleggiare un cadavere nelle acque di un fiume in piena e le pare di aver ritrovato uno scopo. Ma con chi indagare? Priva dei suoi tradizionali partner, Agatha si cimenta da sola e sperimenta una rinnovata fiducia in se stessa. Ed è un piacere osservare il cambiamento.


Continua a leggere

Review party: “Agatha Raisin – L’amore infernale” di M. C. Beaton – ed. Astoria

Buon pomeriggio! Oggi partecipo al review party di Agatha Raisin – L’amore infernale. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

E così Agatha è riuscita a sposare James. Chi l’avrebbe mai detto! Un matrimonio felice? Proprio no. Le diversità tra i due – notate da tutti tranne che dagli sposi – emergono quasi subito e a soffrirne di più sembra essere Agatha, cui non pare vero aver patito così tanto per ottenere in cambio una relazione davvero poco soddisfacente. Tuttavia, i litigi provocati dall’attitudine donnaiola di James e dalla totale insipienza casalinga di Agatha da lì a poco perdono di importanza: viene infatti trovata morta Melissa Sheppard, l’ultima fiamma di James prima (solo prima?) delle nozze. Ma James è sparito e i sospetti cadono su di lui. Quale migliore occasione per Agatha di investigare, visto che si tratta di scagionare (e trovare) suo marito?


Continua a leggere

Review party: “La fortuna aiuta il morto” di Stephen Spotswood – ed. Mondadori

Buongiorno! Oggi partecipo al review party de La fortuna aiuta il morto. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

New York, 1942, notte fonda. Willowjean “Will” Parker racimola qualche soldo facendo la guardia in uno spettrale cantiere edile armata di una spranga di piombo. Nonostante le apparenze, sembra proprio che si trovi nel posto giusto al momento giusto. Abile tuttofare del circo e destrissima lanciatrice di coltelli, senza saperlo ha appena salvato la vita alla detective privata più famosa e meno ortodossa della città: Lillian Pentecost, una distinta signora in tailleur che, a causa di una malattia degenerativa, si aggira sostenendosi con un bastone. E quando qualche giorno dopo Lillian la contatta, Will non può credere alle sue orecchie: Pentecost le sta offrendo di diventare il suo braccio destro in cambio di uno stipendio, vitto e alloggio e l’iniziazione ai suoi peculiarissimi stili d’indagine.

Quando tre anni dopo Abigail Collins viene trovata morta nella sua lussuosa abitazione durante una festa di Halloween e la polizia brancola nel buio, Pentecost e Parker entrano in azione. Più facile a dirsi che a farsi, in un caso che vede protagonisti messaggi dall’aldilà, una languida spiritista e Becca Collins, l’affascinante figlia della morta per cui Will perde pericolosamente la testa…

Continua a leggere

Review party: “La disciplina di Penelope” di Gianrico Carofiglio – ed. Mondadori

Buongiorno! Oggi partecipo al review party de La disciplina di Penelope di Gianrico Carofiglio. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

Penelope si sveglia nella casa di uno sconosciuto, dopo l’ennesima notte sprecata. Va via silenziosa e solitaria, attraverso le strade livide dell’autunno milanese. Faceva il pubblico ministero, poi un misterioso incidente ha messo drammaticamente fine alla sua carriera. Un giorno si presenta da lei un uomo che è stato indagato per l’omicidio della moglie. Il procedimento si è concluso con l’archiviazione ma non ha cancellato i terribili sospetti da cui era sorto. L’uomo le chiede di occuparsi del caso, per recuperare l’onore perduto, per sapere cosa rispondere alla sua bambina quando, diventata grande, chiederà della madre. Penelope, dopo un iniziale rifiuto, si lascia convincere dall’insistenza di un suo vecchio amico, cronista di nera. Comincia così un’investigazione che si snoda fra vie sconosciute della città e ricordi di una vita che non torna. Con questo romanzo Gianrico Carofiglio ci consegna una figura femminile dai tratti epici. Una donna durissima e fragile, carica di rabbia e di dolente umanità.

Continua a leggere

Review party: “Agatha Mistery – fuga dal labirinto” di Sir Steve Stevenson – Deagostini

Buongiorno! Oggi partecipo al review party di Agatha Mistery – fuga dal labirinto. Ringrazio la casa editrice per l’opportunità.

Trama

L’isola di Creta è l’ideale per il nuovo viaggio dei cugini Mistery: dopo tante missioni mozzafiato, Larry potrà rilassarsi, mentre Agatha parteciperà a un convegno internazionale con la zia archeologa. I ragazzi hanno appuntamento con lei al famoso labirinto del Minotauro, ma Rosetta non si presenta, e sul congegno da detective di Larry iniziano a comparire strani enigmi. Si apre così una misteriosa sfida che porterà i due ragazzi a lottare contro il tempo per salvare la zia scomparsa… mentre un diabolico criminale tesse la sua tela alle loro spalle! Età di lettura: da 8 anni

Continua a leggere